Usa&Getta vs A.C. Caramello. Per i gironi è fatta!

Usa&Getta vs A.C. Caramello. Per i gironi è fatta!

Usa & Getta vincono 4-3 e conquistano il matematico approdo agli ottavi di Europa League.

1206
0
SHARE

Al Sancat Stadium va in scena uno degli appuntamenti più attesi e importanti delle fasi finali di Calcio a 7, lo scontro al vertice del Girone C tra Usa&Getta e A.C. Caramello, i secondi davanti di un punto ai nostri beniamini in maglia bianco-azzurra. La partita è una di quelle che può decidere una stagione, dalle stelle alle stalle, da campioni a comparsate. La squadra vincente, infatti, raggiungerebbe la matematica sicurezza del passaggio del girone e potrebbe dedicare le ultime due partite alla ricerca del primo posto, per affrontare da favoriti gli ottavi. Pronti, via! Dopo pochi minuti si vede chiaramente che la partita è di livello: giocate ottime, bagarre agonistica e occasioni da una parte e dall’altra. Sono però i ragazzi del DCFTeam a meritare evidentemente il vantaggio che puntualmente arriva al 10′: Sulli recupera palla a centrocampo vincendo un contrasto con il 18 avversario, passa a Fraghì che ottimamente serve Poteti, 1-0. Al 15′ un tentativo di passaggio filtrante in area di Fraghì inganna difesa e portiere avversari e diventa il tiro non voluto decisivo per il 2-0. La partita sembra in discesa ma al 20′ ottimo contropiede del Caramello che riapre la partita con gol dello scatenato 18, è 2-1. Nella ripresa gli Usa&Getta provano a chiudere subito la partita e sembrano farlo quando al 10′ Spagnoli trasforma un lancio dalla difesa in un gran gol con diagonale sul secondo palo e 3-1. I Caramello sono tutt’altro che domi, consapevoli della posta in palio, e si lanciano in un disperato tentativo che, prima con il 13 e poi con il 6, si trasforma in un’insperato 3-3. La maturazione degli Usa&Getta, però, appare netta: non si abbattono e continuano a costruire gioco che, a 5 dalla fine, si concretizza con assist di Sulli di esterno, controllo, sombrero, controllo e tiro di sinistro di Poteti. È il definitivo 4-3. Vittoria fondamentale e testa alla Coppia Italia (dove il discorso è tutt’altro che chiuso) e alla conquista del primo posto nel girone. Forza ragazzi!

Pagelle:

Scarselli: 7 ½

Regale parate pregevoli, sicurezza e ordine alla difesa. Incolpevole sui tre gol, decisivo in molte altre occasioni. Unica pecca: continua a portare alla partita un dubbio schampoo rosa, per carità nessun tipo di problema o discriminazione, ma, per rispetto anche alla signorina Sara, la sua dolce metà, sarebbe il caso di fare chiarezza…. citando il Ciclone, SE TU SEI BUCO..

Coppolaro: 7 +

Altra partita di spessore ed esperienza come centrale difensivo. Il suo contributo quest’anno è semplicemente impagabile. Costante e risolutore laddove mancano i giocatori. Curiosità: viene avvistato in ogni pre-partita (questa sarebbe la scusante per i continui ritardi) a portare fuori un cane bianco di piccola taglia. Un rito propiziatorio? SCARAMANTICO

Fraghì: 8-

Torna dall’infortunio oggi, e non ha certo bisogno di presentazioni o tempo per ri-ambientarsi. Corre, lotta, prende e rende botte, decisivo con assist e giocate di indubbia classe. Sarà una delle pedine necessarie per la fine di questa stagione e anche delle prossime. Il meno: dovuto ad un suo acceso dibattito socio-culturale con un componente dell’altra squadra che lo ha visto forse troppo nervoso… THE EVIL BOY

Rossi: 7 e ½

Parlare bene del Messia, anche soltanto perché crediamo nel suo messaggio è fin troppo semplice. Corre, imposta, si scatena. Ma per lui non è abbastanza. A fine partita, in un noto ristorante in cui è andato a festeggiare con altri componenti della squadra dichiara perso nel vuoto… “mi sento lento, pesante… qualcuno di voi stasera mi tradirà”. COSA VOLEVA DIRE?

Patriarchi: 7 +

Zio, meno male che ci sei. Un’altro dei sempre presenti, una sicurezza, una gioia per gli occhi e per il cuore. Partita, come sempre, di spessore e sacrificio. Curiosità: sempre apprezzabili anche i suoi gesti benefici; il 7 degli Usa&Getta, infatti, da un po’ non è più 7 ma 4. Ha donato infatti tutti i suoi averi ad una comunità di homeless di Firenze, quanta umiltà. BENEFATTORE.

Sulli: 7 ½

Gioca da esterno, ma finisce per fare il terzino, nel tentativo (riuscito) di contenere l’indiavolato 18 avversario. Sacrificio e dedizione, il lavoro del capitano. In settimana ha risvegliato la squadra da un torpore che non gli piaceva richiamandoli ad ordine e serietà. Per alcuni un capitano, per altri un cacaca..o, ma senza il suo lavoro dietro le quinte nulla di questo sarebbe possibile. MISTER WOLF

Poteti: 8

“Ragazzi, sono invecchiato”. Parole dure della scorsa settimana per se stesso da parte dell’eterno fantasista bianco-azzurro ma che servono da stimolo. Due gol, uno stupendo, e tanta classe ritrovata. Se criticarsi fa così bene, fallo sempre. Miglior uomo in campo. FENICE

Spagnoli: 8-

Torna Spagnoli dopo un periodo di ritiro spirituale. E torna alla grande. Assist e gol, giocate e lotta. Eccolo il bomber che tutti conoscono. Alcuni dicono che il suo ritiro sia stato nelle montagne del Nepal, altri giurano in salotto di Tommaso Rossi ad imparare alcune delle sue tecniche, fatto sta che la missione è compiuta. CON LO SPIRITO SI CURA IL CORPO.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY