Triangolare a Galluzzo, svanisce ai rigori il sogno Tavarnuzze

Triangolare a Galluzzo, svanisce ai rigori il sogno Tavarnuzze

Nel triangolare organizzato a Galluzzo i padroni di casa vincono a fatica il torneo contro un-ottima Imp.Tavarnuzze. Sotto tono la prova dell"Atletico Impruneta

1656
0
SHARE

Ci aspettavamo spettacolo e, nonostante l’incessante diluvio che si è abbattuto sul terreno di gioco, lo spettacolo è stato garantito al pubblico accorso numeroso allo stadio di Galluzzo per il triangolare tra Impruneta Tavarnuzze, Atletico Calcio Impruneta e i padroni di casa dell’Audace con quest’ultimi che hanno alzato al cielo, mataforicamente parlando, il primo titolo della stagione.

Primo incontro: Impruneta Tavarnuzze – Atletico Calcio Impruneta 1-0

Imp. Tavarnuzze  Iotti, Signorini, Marzi, Cozzi, Cannone, Falciani, Balatri, Casamonti, Mantellassi, Bartoli, Nencioni. all. Baroni
Atletico Imp. Fiore, Grifoni, Leoni, Galassi, Migliorini (cap), Pinzauti, Antonacci, Pecci, Torrini, Triboi, Fioravanti. All. Perini

DSCF0008Ottimo avvio dell’Impruneta Tavarnuzze che neanche dopo 120 secondi va vicino al vantaggio con Mantellassi bravo a sfruttare una indecisone della difesa biancoverde e tentare una torsione con tiro a incrociare nel cuore dell’area di rigore a portiere battuto, provvidenziale però l’intervento di Pinzauti a pochi passi dalla linea di porta. L’Atletico, in difficoltà sul piano della costruzione del gioco prova a rispondere da calcio da fermo, collezionando angoli e punizioni, che però non creano particolari apprensioni alla difesa di Baroni. Al quarto d’ora doppio tentativo dalla distanza dell’Impruneta Tavarnuzze prima con Balatri poi con Bartoli ma le due conclusioni risultano lontane dallo specchio. Al 18esimo si sveglia l’Atletico Impruneta, Pecci cerca e trova Triboi che, spalle alla porta, viene affondato proprio al limite dell’area. S’incarica dell’esecuzione Pecci che scarica un destro potente e rasoterra che mette in difficoltà Iotti, la respinta corta è preda di Triboi che però si vede negare la goia del gol dal riflesso dello stesso numero 1 che devia in angolo. Dalla mezz’ora fino allo scadere è un Balatri-show: nel giro di 4 minuti prova due soluzioni dalla distanza che escono di poco a lato dalla porta del neo entrato Diciotti, poi trovare al 34esimo minuto il gol che sblocca il risultato. Cross avvolgente dalla sinistra che trova all’altezza del secondo palo il numero 7 in maglia bianca che, incurante dei lampioni e della traiettoria del pallone si coordina magistralmente e fredda l’estremo difensore. Vantaggio più che meritato per la mole di occasioni procurate. L’ultima occasione del mini-match d’apertura spetta però all’Ateltico Impruneta, con il solito Pecci che su punizione da posizione defilata prova a portare la sfida ai rigori, la palla però sibila a fil di palo e si spegne a fondo campo.

Secondo incontro: Audace Galluzzo – Atletico Impruneta 1-0

Audace Galluzzo: Alfaioli, Vecchi, Ulivi, Quadri, Londi, Paoli, De Santis, Antongiovanni, Gigli, Vanni, Papi
Atletico Impruneta  Diciotti, Antonacci, Camargo, Capecchi, Cecconi, Migliorini, Pertici, Pesalovo, Tinagli, Triboi, Moretti

IMG_1764Ampio turnover in casa Atletico che lascia in campo solo 3 giocatori rispetto al precedente match, ma fin dalle prime battute sembra una squadra più sicura nella ricerca delle giocate. Al 15′ prima occasione proprio per la squadra di Perini, calcio d’angolo apparentemente innoquo che trova Alfaioli insicuro nella presa, la palla rimane pericolosamente incustodita nell’area piccola per qualche attimo per poi diventare preda di Migliorini che in spaccata cerca il gol dell’ex, palla sopra la traversa. Gol sbagliato.. Gol subito! 60 secondi dopo sul ribaltamento di fronte, azione insistita di Antongiovanni che viene steso in area di rigore. Lo stesso numero 8 si presenta sul dischetto e non sbaglia l’esecuzione dagli 11 metri, 1-0. Nonostante il gol abbia sbloccato il risultato, la parte centrale di match scivola via senza particolari spunti degni di cronaca fino allo scoccare del 30esimo minuto quando un lungo lancio a tagliare il campo trova Cecconi che sfrutta l’indecisione di Alfaioli in uscita per sorprenderlo con un pallonetto che attraversa tutta la linea di porta. 6 minuti dopo è la volta di Pesalovo di cercare la via del pari: il numero 9 in maglia granata si libera del suo marcatore e prova a spizzare il pallone all’incrocio dei pali, l’esecuzione esce di poco. Nel finale l’Ateltico tenta l’arrembaggio finale lasciando ampi varchi per le ripartenze dell’Audace, che però non portano al colpo del KO.

Terzo Incontro: Audace Galluzzo – Impruneta Tavarnuzze 1-1 (4-2 d.c.r.)

Terzo ed ultima sfida del triangolare che ha il sapore di una finale poichè entrambe le squadre hanno collezionato una vittoria a testa. Inizio di gara compassato, le due squadre non hanno intenzione di scoprire il fianco ad eventuali contropiedi, in particolare il Galluzzo dimostra un’ottima abilità nel mantenere il possesso palla ma pecca nell’ultimo passaggio. Al 19 esimo grave errore in impostazione del Tavarnuzze, palla recuperata da De Santi che si porta sul fondo, cross pennellato per la fronte di Macaione che però non inquadra la porta. Al 24′ è di nuovo Balatri a sbloccare l’impasse con un altro spettacolare gesto tecnico: tiro dai 25 metri a girare che s’insacca in rete dopo aver scheggiato il palo lasciando Alfaioli impietrito…. Chapeau! Al 35esimo l’Atletico avrebbe anche l’occasione per raddoppiare quando Bartoli, spalle alla porta, protegge palla contro due avversari, vede l’inserimento a fari spenti di Falciani che calcia senza inquadrare il bersaglio. A tempo scaduto ecco il colpo di teatro: autogol clamoroso del centrale tavarnuzzino che, su un cross rasoterra apparentemente innoquo, impatta male e soprende il proprio portiere Ciappi con una traiettoria beffarda portando l’incontro ai calci di rigore. Dagli undici metri gli errori di Paterna e Casamonti, e il penalty decisivo di Papi (freddissimo nell’esecuzione) regalano la vittoria, dell’incontro e del torneo, all’Audace.
Visto il particolare format della competizione rinominiamo il titolo di man of the match come Uomo Triangolare DCFnews e lo assegniamo a furor di popolo al numero 7 dell-Impruneta Tavarunzze Balatri, incontenibile sia come esterno destro nel 4-4-2 sia come seconda punta nel suddetto schema, e autore di due reti da antologia!

 

(Clicca sulle foto per vederle nelle dimensioni originali)

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY