Rimpasto Giunta: le parole del Sindaco Calamandrei

Rimpasto Giunta: le parole del Sindaco Calamandrei

1083
0
SHARE

Alessio Calamandrei, Sindaco di Impruneta, interviene sul rimpasto di Giunta (Leggi Qui) ormai ufficiale che ha visto l’avvicendamento di 4 Assessori su 5. Una netta presa di distanza dalle scelte iniziali, al fine dichiarato di tentare una svolta ormai difficile, comunque auspicata. Queste le dichiarazioni del Primo Cittadino di Impruneta:

 

“Oggi, con la nomina dei nuovi assessori, si è chiusa una fase di riflessione, durata sicuramente troppo, all’interno del partito.
Nonostante la revoca, non posso che ringraziare gli assessori che hanno accompagnato questo processo di rinnovamento dei primi tre anni del mio mandato amministrativo. E’ stato sicuramente un impegno importante da parte di tutti. Un confronto continuo e spesso serrato, un accrescimento da parte di tutti nella condivisione di un percorso che si è dimostrato molto complesso. Nonostante ormai da tempo “fosse nell’aria” il rimpasto di giunta, mi sento di ringraziare doppiamente, il vice Sindaco Joele Risaliti, l’assessore Dott. Leonardo Sodini, e L’assessore Ing. Enrico Bougleux, che fino all’ultima seduta di giunta e di consiglio di martedì scorso, hanno svolto il loro lavoro con passione e dedizione fino all’ultimo secondo, e l’assessore Francesca Buccioni, dimissionaria circa un mese fa.
Mi assumo ogni responsabilità su ciò che in questi tre anni non ha funzionato, in quanto la squadra è una realtà espressione del Sindaco, e lo stesso ha quindi ogni responsabilità.
A seguito di cercare un’unità all’interno degli organi di partito, che sono comunque elemento basilare per un rapporto diretto con i singoli cittadini e le associazioni, nella consapevolezza che si tratta sempre di una situazione non facile e dove sono coinvolte persone e non oggetti, si è venuti all’avvicendamento.
In ultima analisi, situazioni di stallo a livello politico, che sin dall’inizio si erano presentate, ed ormai irrigidite negli ultimi mesi, hanno fatto si, di dover rivedere un assetto complessivo.
 
Il provvedimento di revoca non implica alcun genere di valutazione sulle qualità personali o professionali degli Assessori revocati, ben note e confermate, né è da intendersi sanzionatorio.
 
Considerato che all’interno della maggioranza si è venuta a determinare una situazione che ha richiesto una verifica politica e una riconsiderazione complessiva degli assetti di governo, nella prospettiva di un effettivo e concreto rilancio dell’azione politica amministrativa, che risulta di fondamentale importanza per il conseguimento degli obiettivi di fine mandato,

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY