L’Affrico passa sulla Grevigiana e torna a -1 dalla vetta!

L’Affrico passa sulla Grevigiana e torna a -1 dalla vetta!

300
0
SHARE

PRIMA CATEGORIA – Girone C
AFFRICO vs GREVIGIANA 2-0
MARCATORI: 17′ Bongini, 42′ Cosmi
FORMAZIONI:

AFFRICO: Wolf, Bongini, Antonelli (55′ Mocali), Cosmi, Marescotti, Buglione, Giovanardi (71′ Fabbri), Conti, Virgili L. (63′ Montagni), Boccalini (62′ Mecocci), Virgili N. (90′ Ranallo). A disp.: Virgili D., Fiorini, Malenotti, Sardelli. Allenatore Crocchini.

GREVIGIANA: Clementi, Anichini Elia, Pistolesi, Anichini Enea (62′ D’Ignazi), Mariottini (52′ Pecoraro), Miceli, Corti, Salsi, Bacci (42′ Pesalovo), Giovannoni (73′ Es Soufi), Brandi (71′ Formosa). A disp.: Pieraccioni, Fabbrini, Mariani G. Allenatore Consigli.

Dopo aver affrontato il Cubino, e conquistato un prezioso punto in trasferta, la Grevigiana torna al Lapenta di Campo di Marte per affrontare il ben più temibile Affrico, squadra rivelazione del Girone C che sta dimostrando di meritare, giornata dopo giornata, un posto nell’Olimpo del campionato. I padroni di casa partono subito e lo fanno con Boccalini: inserimento del trequartista biancoblu e avvitamento di testa… Palla fuori di poco! Ottimo spunto sulla corsia mancina di Antonelli che con i suoi cross tagliati creerà non pochi patemi alla difesa ospite per tutto il primo tempo.

La difesa della Grevigiana comincia a scricchiolare, segnale poco rassicurante ma è niente in confronto alla crepa che si apre pochi minuti più tardi: contropiede micidiale dell’Affrico che con due passaggi arriva pericolosamente dalle parti di Clementi. Fuga di Virgili N. che semina il suo diretto avversario e appoggia al centro per Virgili L., bravo a seguire l’azione, ma a pochi passi dalla porta spreca un comodo tapin appoggiando sul fondo. Lo scampato pericolo non risveglia la Grevigiana che anzi, al 17esimo, va sotto calcio d’angolo: palla arcuata e terzo tempo vincente di Bongini su Bacci. Esulta il laterale basso e con lui tutta la squadra biancoblu.

Reazione di rabbia degli ospiti che alzano notevolmente il pressing, andando ad aggredire alto l’Affrico e creando qualche difficoltà in impostazione ai padroni di casa, ma senza riuscire ad impensierire con conclusioni degne di cronaca Wolf. Alla mezz’ora di gioco è ancora Boccalini ad andare vicino alla rete. Il diez riceve palla al limite dell’area, controllo orientato e destro a giro che finisce sul fondo. Rammarico sul volto del trequartista che avrebbe potuto concludere decisamente meglio.
Nel finale di prima frazione il mister Consigli cerca di dare nuova verve all’attacco inserendo il neo acquisto Pesalovo, ex di Nuova Novoli ed Atletico Impruneta, al posto di un opaco Bacci, come riferimento offensivo, con Giovannoni subito dietro in appoggio ad ispirare con la sua qualità, dirottando Salsi sulla fascia.

Negli ultimi 180″ succede di tutto, a cominciare dal gol del raddoppio, ancora da palla inattiva. Punzione dall’out destro, cross profondo verso il palo più lontano per il colpo di testa vincente di Cosmi! 2-0! Sembra ormai tutto finito quando, a pochi istanti dal duplice fischio arbitrale, la Grevigiana si catapulta in avanti. Corti s’incunea dal versante destro dell’area di rigore e dopo essersi liberato in dribbling viene trattenuto dal giocatore biancoblu. Per l’arbitro l’intervento non è punibile con il calcio di rigore.
Proteste vibranti dei gialloblu. Su questa decisione arbitrale si chiude il primo tempo.

Sotto due a zero, la Grevigiana prova, con poca fortuna, a riparire la contesa fin dai primi minuti, per poi tentare il colpaccio nel finale. Pecoraro, ex Montemurlo e subentrato dopo pochi minuti nella ripresa porta maggiore imprevedibilità sulla trequarti di campo ma le difficoltà maggiori arrivano negli ultimi 20 metri, dove diventa quasi impossibile scardinare la coppia centrale Marescotti-Buglione, autori di una prova monumentale. Il tempo passa velocemente e con esso anche la possibilità di tenere viva la partita.

Nell’ultimo quarto di gara sono i padroni di casa ad andare vicini al 3 a 0 in due circostanze, entrambe con Virgili N.: la prima al termine di un contropiede neutralizzato da Clementi che in una frazione di secondo si distende a terra e salva il parziale; la seconda, due minuti più tardi quando, forse con un eccesso di sufficienza, prova a sorprendere il portiere con un tocco sotto che finisce sopra la traversa.

Termina dunque così la sfida del Lapenta, con una meritata vittoria dei padroni di casa che vale il secondo posto in classifica, ad un punto dalla “nuova“, si fa per dire, capolista del Girone C: il Montelupo. Con la classifica incredibilmente corta, il pareggio a reti bianche sul campo di Incisa è costato alla Settignanese ben due posizioni in graduatoria: sia il primato che la posizione d’onore, ora occupato appunto dall’Affrico. L’insidiosa trasferta sul campo del Vaggio Piandiscò sarà una tappa importante sul processo di crescita della squadra fiorentina. La Grevigiana, dopo Montelupo (e lo splendido pareggio casalingo per 2 a 2) e Affrico,  chiuderà questo trittico di fuoco contro il Barberino, squadra in piena lotta playoff. Il mercato ha portato alla corte di Consigli qualità ed esperienza per conquistare la permanenza in Prima Categoria.

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY