La Sagra della Ficattola chiude col botto: Piazza Nova Ghost Talent, fuochi...

La Sagra della Ficattola chiude col botto: Piazza Nova Ghost Talent, fuochi d’artificio…e sorpresa finale!

1506
0
SHARE

La 13° edizione della Sagra della Ficattola, organizzata dal Rione delle Sante Marie, si chiude col botto. Letterale, metaforico. Fuochi d’Artificio al termine dell’ultima serata festaiola sul cielo della Piazza Nova e, come vuole la tradizione, bagno di farina al Presidente rionale: Nicola Subbi, detto i’Bubba.
C’è chi festeggia, chi scarica la tensione, chi si concede un bicchiere di birra.
Finale perfetto di una Sagra ancora cresciuta e migliorata, esempio attivo di una socialità imprunetina unica nel suo genere e capace attraverso la sostenibilità del volontariato di portare, ogni anno, centinaia di persone a vivere i rioni.
E di centinaia di persone parliamo se contiamo i presenti all’evento conclusivo della Sagra della Ficattola: il Piazza Nova Ghost Talent, inedito talent show che svaria dall’universo musicale al cabaret sino alle performance di ballo, palcoscenico che ha visto debuttare gli ormai famosi Cugini DELLA Campagna.

Ci siamo.
Dai Colli Fiorentini, con il sottoscritto Matteo Merciai, è in giuria, assieme a Paolo Vermigli, Susanna Raimondo e Sandro Baldi. Il palco è pronto, due botti di vino per commemorare il contesto, il maialino simbolo delle Marie che guarda la platea, le X dei Giudici pronte ad accendersi. La folla, dai tavoli dell’Apericena a base di Ficattola, si spostano in massa nei pressi dello show. Il giornalista mariano Francesco Nidiaci introduce la serata prima di lasciare la conduzione a Marco Arrighini, uno dei Cugini, bravissimo a tenere il palco in maniera semi-semi-seria. Toh, ci sono anche le “letterine” o, in tal caso, le “ficattoline”: Letizia e Laura. Si può iniziare.
Sul palco si succedono coraggiose esibizioni, le più canore. A rompere il ghiaccio è il duo “Hard Rock Marie”, giovanissimi ragazzi autoctoni armati di chitarra ed intonanti (in forma instrumental) Hotel California, con tanto di assolo finale. Si parte mica male…
Tra i concorrenti si segnalano “Io e Lui”, altro duo, chitarra e voce, con “All of the Star” ed Alberto Lisci con l’unico inedito di serata: “Diversamente uguali”, una canzone scritta per chi vive la propria diversità non come un limite bensì come una ricchezza. Bel testo, pregevoli contenuto e messaggio sociale trasmesso.
Il Premio Simpatia va all’immancabile Simone Fanicchi, noto personaggio imprunetino, per quest’anno esibitosi sulle note di “Io che non vivo”, tralasciando il pezzo forte del repertorio…le barzellette!
Enrico canta “I miglior anni” di Renato Zero accompagnato dal balletto della piccola Eleonora; Massimiliano Geraci dedica a Sara “Portami Via” di Fabrizio Moro.
Serena Pratellesi e Virginia Ragazzini sprigionano la loro potenza vocale sulle basi di “Like a Prayer” di Madonna e “Radioactive” degli Imagine Dragons; mentre Carlotta Bissoni si esibisce in una danza sensuale….


Toccando poi l’ambito goliardico ecco i “Ringhiera“, parodia dei Righeira ed, infine, il concorrente forse più centrato e contestualizzato nello spettacolo: Massimiliano Picone. Quest’ultimo, “ruffianissimo” come lo etichetta scherzando Marco Arrighini, mariano doc, sale sul palco insieme a due amici “ballerini” e canta SANTE MARIE’S KARMA, cita il Bubba e la Festa dell’Uva, Piazza Nova e la Morena. Diverte, è intonato, tiene il palco, fa ballare la Piazza Nova. Perfetto!

il manager dei Cugini Lorenzo Rossi

Infatti…
Premio del pubblico, selezionato attraverso le più avanzate e moderne tecnologie foniche (l’orecchio!), è proprio lui: Picone (che concede il bis!)
Premio della Giuria, invece, a “Io e Lui“, per qualità tecnica strumentale e vocale e per il brano interpretato i più completi saliti sul palco del Piazza Nova Ghost Talent. Menzione di merito per il tema trattato ad Alberto Lisci.
Finita qui?
Macchè…
Alle Sante Marie, dove se un son grulli un si vogliono, le sorprese non mancano mai!
Chi arriva? Chi sono gli Ospiti d’Onore della 13° Edizione?
Sono loro, i Cugini DELLA Campagna, di ritorno da apparizioni televisiva a Italia’s Got Talent e Striscia la Notizia, più belli della “panchina artistica”, più famosi della Basilica di Impruneta, più richiesti della nuova sede rionale: Dimitri, Marco, Giacomo, Nicola, Francesco, David..non con la solita esibizione ma ancora più scalmanati, total blue, occhiali lampeggianti e fumo colorato sparato negli occhi. E poi…introdotta dal loro manager Lorenzo Rossi, giovane mariano dalle mille risorse e da una passione sconfinata, ecco la ciliegina sulla torta: una formella che diverrà terracotta sulla
quale stampare il calco delle mani di ogni cugino. Cugini della Campagna nella Hall of Fame di Impruneta!
Che ne sarà di quella formella?
“Sarà la prim
a pietra della nuova sede delle Sante Marie”…

Nota ultima di questo articolo, vogliamo ringraziare Lorenzo e gli organizzatori per averci invitato a vivere assieme a loro la divertentissima serata conclusiva della Sagra. Veder un così numeroso cerchio di persone, tra cucina, bar, dettagli tecnici di scena, “camerieri” (ecc, ecc..), per persone esterne ad Impruneta, è assolutamente la sorpresa (in positivo) più grande!

 

 

 

 

 

Nella Hall of Fame di Impruneta

 

 

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY