Juniores Nazionali, lo Scandicci fa la voce grossa: batte (e supera) il...

Juniores Nazionali, lo Scandicci fa la voce grossa: batte (e supera) il Grassina

201
0
SHARE

JUNIORES NAZIONALI, GIRONE E – GRASSINA VS SCANDICCI 2-3

GRASSINA (4-3-2-1): Basile, Previtera, Cramini (68’ Marconi), Tempestini, Vannini (79’ Trincia), Cavaciocchi (68’ Ieri), Alfarano, Di Biasi (57’ Gargano), Marino, Di Blasio, Gabbrielli. A disp.: Bertini, Manetti, Reggiani, Magnolfi, Lombardi. All.: Morrocchi.
SCANDICCI (4-2-3-1): Lupi, Benelli, Corzi, Francalanci, Bili Toponi, Feroce (57’ Fermaca), Pecci (60’ Cossari), Mazzanti, Alecce (73’ Moscardi), Saccà (83’ Barletti), Chitanu (46’ Romanelli). A disp.: Duradoni, Bruccoleri, Mauro, Bartolini. All.: Burchi.

ARBITRO: Marotta di Prato, coad. da Ferretti di Pistoia e Scellato di Prato.
RETI: 30’ e 44’ Alecce, 66’ Mazzanti, 69’ Di Blasio, 80’ Gabbrielli.
NOTE: Ammoniti Tempestini, Cavaciocchi, Benelli, Bili Toponi, Mazzanti, Feroce. Tiri in porta 3-9. Tiri fuori 3-6. Angoli 8-5. Fuorigioco 2-4. Recuperi 2’+6’.

Le aspettative della vigilia per il match di cartello non vengono tradite da Grassina e Scandicci, rispettivamente prima e seconda della classe, staccate al fischio d’inizio da un solo punto. Cinque gol, giocate di elevata fattura, una rimonta tentata ma non riuscita.

Ad avere la meglio è lo Scandicci, protagonista di 60 minuti performanti di assoluto livello, dal punto di vista agonistico e tecnico. I “blues” impongono da subito un ritmo forsennato alla gara, ai limiti del consentito: pressing asfissiante e strappi incontenibili di Alecce, Mazzanti e Saccà, i furetti di mister Burchi.

Il Grassina prova inizialmente a tenere botta ma, stretto nella morsa scandiccese, non riesce a placare i ritmi né a sfoggiare il proverbiale possesso palla così caro sul manto del Pazzagli. La prima giocata vincente giunge al 30°: Chitanu, fisicamente un colosso, non si dà per vinto su un pallone impreciso e in stirata serve l’accorrente Alecce che, di prima intenzione, infila Basile. 0-1. 

I rosso-verdi accusano il colpo e capitolano nuovamente al 44°: nella prateria difensiva locale si incunea ancora Alecce. Controllo, Basile saltato e appoggio a porta vuota. Un primo tempo da sogno quello del n.10: due gol e giocate da fuoriclasse.

La ripresa inizia sotto nubi definitivamente nefaste per i ragazzi di mister Morrocchi: al 66° arriva lo 0-3, stavolta di Mazzanti, tra i migliori in campo. Instancabile, il n.7 si fa l’ennesima sgroppata del pomeriggio, prima di piazzare un mancino sotto la traversa.

la sequenza del primo gol

Sembra finita con mezz’ora d’anticipo ma…
Il Grassina decide finalmente di allacciarsi le scarpe e sfoggia una reazione puramente d’orgoglio che fa tremare gli ospiti. Al 69°, dopo un ping-pong in area di rigore, è Di Blasio a smuovere la rete, infondendo una dose di morale all’ambiente.

Un bel momento di sportività

Dunque al minuto 80 ecco il 2-3 di Gabrielli, contestato per una possibile posizione di offside. Mancano ancora dieci minuti più recupero, la clamorosa remuntada sarebbe anche possibile ma gli sforzi rosso-verdi si schiantano sul muro difensivo bianco-blu.
Il forcing finale è un niente di fatto. Vince ed esulta, nel nervosismo conclusivo, lo Scandicci, adesso primo (appaiato al Prato) con due distanze di vantaggio dai ripolesi.

 

 

 

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY