Juniores Elite, Antella: 45 minuti da urlo bastano ai locali, 4-1 alla...

Juniores Elite, Antella: 45 minuti da urlo bastano ai locali, 4-1 alla Larcianese

7° giornata, l'Antella conquista la seconda vittoria stagionale e si porta a 8 punti

1597
0
SHARE

JUNIORES ELITE 7° Giornata
ANTELLA 99 – LARCIANESE 4-1
TABELLINO:LEGGI QUI

Telecamere stile sky puntate negli spogliatoi antellesi, nell’intervallo tra primo e secondo tempo, sarebbero venute buone…anche solo per capire cosa mai abbia fatto scattare la scintilla giusta tra i bianco-celesti, quali parole Mr. Mirco Martini abbia detto ai suoi, quante borse per l’aria abbia scaraventato o piuttosto quale trattato di psicologia abbia citato il coach per premere il fantomatico tasto dell’accensione. Verificheremo.
Affidandosi al credo “il fine giustifica i mezzi”, ci accontentiamo dell’esito: dalla sconfitta alla netta vittoria, effetto di un cambio netto di atteggiamento che ha condotto i locali a ribaltare il risultato. Dal momentaneo 0-1 Larcianese, al definitivo 4-1 Antella.
L’Antella ha giocato male? Primo tempo inguardabile? Tratti di assenza mentale?
Conta il risultato, il resto son chiacchiere.

LA CRONACA
Due partite nell’arco di 90 minuti, del tutto antitetiche, inno alla variabilità, al “trasformismo”, all’imprevedibilità del calcio.
La prima se l’aggiudica la Larcianese, dimostrando il perché dei suoi 13 punti e di un provvisorio terzo posto in graduatoria generale. Tra le qualità evidenziate: ordine a centrocampo, buone ripartenze e discese offensive sull’out sinistro con Monti, un bomber d’esperienza come D’Angiolillo capace di tenere palla e far salire la squadra. D’altro canto, l’Antella non c’è. Mentalmente, fisicamente.
Spirito combattivo? AAA cercasi.
Precisione nei passaggi più banali? 1%.
Pericolosità offensiva? Non pervenuta.
Concentrazione difensiva? Smarrita.
Ed infatti: è il 25° minuto, calcio d’angolo per i Viola, mischia in area, la palla viene respinta con sufficienza al limite dell’area, Pierucci la ricaccia nel buglione dove D’Angiolillo ha il tempo e la spensieratezza di controllare, girarsi, battere a rete.  8-9 uomini antellesi dietro di lui lo ammirano, Gualandi può solo raccattare la sfera. 0-1. La reazione locale, nei venti minuti che intercorrono tra svantaggio e pausa, non sussiste.

Si va negli spogliatoi, luogo di miracoli e rivoluzioni, laddove la mente vive incalcolabili vortici sentimentali che impattano nel destino tecnico fin lì palesato della gara.
Amen. La ripresa è solo ed esclusivamente antellese. La verve comincia a scorrere nel sangue dei bianco-celesti, Posarelli rincorre tutti, anche l’arbitro, Del Pasqua torna a ricevere il dono della precisione, Ricci quello del cinismo, Meini diviene insuperabile. L’impossibile si fa possibile.
E’ il 50° quando la parità viene ripristinata: Saccardi colpisce a rete, respinta del palo, Posarelli da bomber d’area qual è incoccia per il tap-in vincente. Un gol che libera da eccessive tensioni i ragazzi di Mr. Martini. Passano 8 minuti e l’azione sull’asse Saccardi-Posarelli si ripete, a parti invertite: il Posa riceve un pallone arduo che smorza di testa trasformandolo in assist per l’accorrente Saccardi che, dai 12 metri, scaraventa la palla in rete con un destro al volo a fin di palo. 2-1.
La Larcianese è dissolta in un impeto avversario che, vista la prima frazione di gioco, non si attendeva.
Nessuna reazione, soltanto nuova arrendevolezza. E qui, entra in scena un fin lì assopito Ricci: suo il gol del 3-1, al 62°, dopo svariati rimpalli in area ospite ed un sinistro secco a colpire (ed affondare) Baldasseroni; sua la spettacolare rete del 4-1, con stop di petto e siluro al volo sotto la traversa dai 20 metri. E’ la parola FINE su una gara a due volti: quello triste di un primo tempo semi-disastroso, dunque da archiviare; quello euforico di una ripresa da schiacciasassi, nella quale, per la prima volta in stagione, si sono rivisti i lampi eccelsi dell’Antella che fu…campione regionale (per tre anni consecutivi).

 

 

(Cliccate sulle foto per vederle nelle dimensioni originali)

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY