Juniores, Antella 99 vs Pro Livorno Sorgenti: il “déjà vu” è servito

Juniores, Antella 99 vs Pro Livorno Sorgenti: il “déjà vu” è servito

Contro i livornesi termina con lo stesso risultato della Finale Regionale di pochi mesi fa...e la prima vittoria stenta ad arrivare

1548
0
SHARE

 

3° Giornata Campionato Juniores “élite”
Antella 99 vs Pro Livorno Sorgenti 1-2
Antella 99: Mansour, Nardini, Colella, Cassigoli, Giusti, Franci, Martis, Rontini, Posarelli, Gualandi N., Castrogiovanni. A disp.: Gaulandi D., Buglioni, Fratoni, Laudisa, Meini, Merciai, Montecchi. All.: Martini.
Pro Sorgenti Livorno: Giusti, Giustini, Balleri, Lupi, Sciortino, Galeazzi, Carlesi, Pirone, Vannucci, Bernardoni, Bachini. A disp.: Catastini, Baldi, Matta, Verani, Bortolazzo, Nanni, Vallini. All.: Attanasio.
Marcatori: Bernardoni, Bachini, Martis

 

Gli Juniores dell’Antella stentano ad ingranare la marcia, palesando insospettabili difficoltà nell’approcciare la nuova categoria “élite”. Nonostante siano i tre volte campioni in carica del girone Regionale e malgrado un potenziale notevole, nelle tre giornate inaugurali di campionato i ragazzi di Mr. Martini hanno conquistato soltanto un misero punticino (alla 2° contro il Cenaia); sintomo di una squadra che, causa le rivoluzioni tecnico-tattiche apportate durante l’estate, porta ancora con sé l’etichetta di “work in progress”.

Così, il sapore della vendetta non è stato gustato. Anzi.
Il Pro Livorno Sorgenti, squadra della costa già vincitrice contro i bianco-celesti nella finale regionale Toscana, è rimasta nuovamente indigesta: 2-1 per i livornesi e, boia dè, 0 punti tra le mura amiche che da ben 34 giornate di campionato non venivano spodestate.
Poco male. C’è tutto il tempo per rimediare, c’è un talento da non dissipare.

 

La Cronaca
I primi 45 minuti, privi di sensazionali emozioni, si rivelano l’anteprima di una ripresa decisamente più spumeggiante. Si contano, per dovere di cronaca, qualche spunto di pura tecnica firmato Gualandi; un gol semi-divorato da Bernardoni con un colpo di testa in area piccola finito alle stelle; una bella girata di Martis a tu per tu con Giusti che, d’istinto, devia in corner. Niente più.
I secondi 45 minuti raccontano altro, dunque un match intenso, fasi offensive aiutate da grossolani errori difensivi e strategie tattiche affossate da tensioni e arrembaggi. A sbloccare la gara è la Pro Livorno Sorgenti con un siluro mancino del solito Bernardoni che, da posizione defilata, va a morire nel set. 0-1. Il calvario antellese di una vittoria ancora da rincorrere si materializza adesso, al 54°.
Forcing locale? Non ancora, purtroppo. Pochi istanti dopo la prima marcatura, uno sterile possesso palla antellese si trasforma in disimpegno sbagliato: ne esce fuori un passaggio corto di Mansour, intercettato da Bachini che trasforma l’azione da difensiva in offensiva. E, più precisamente, in azione vincente: 0-2, conclusione a segno aiutata da un tocco decisivo del difensore bianco-celeste.
L’Antella non ci sta e la reazione nervosa, seppur vana, arriva. A condurla – chi sennò – è il capitano Martis che, dopo chilometri consumati a correre e rincorrere, trova la lucidità per beffare Giusti su calcio piazzato dai 20 metri: 1-2 al 76°. La remontada, per alcuni attimi concreto “pensiero stupendo”, resta in realtà un sogno nel cassetto ed è la Pro Sorgenti a rischiare il terzo gol con un palo di Bernardoni.
Antella vs Pro Livorno Sorgenti finisce così: 1-2, medesimo risultato che vide sconfitta l’allora squadra di Mr. Torrini nello Stadio Bozzi di Porta Romana soltanto pochi mesi fa. Il Deja Vu è servito.

 

 

(Cliccate sulle immagini per vederle nelle dimensioni originali)

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY