“Un paio di occhiali veramente speciali”

“Un paio di occhiali veramente speciali”

1135
0
SHARE

Quella volta Veronica decise di restare, sapeva che avrebbe avuto un percorso lungo e difficile ma quello era il prezzo che dava agli occhiali.

Non è la vendita on line dei soliti occhiali da sole ma ‘il pezzo’ incontaminato di una piccola e germogliante penna. Reby 12, con uno spirito leggero e ironico cerca di spiegarci come a volte le giovani generazioni, costrette da un mondo che non offre lavoro o possibilità, siano indirizzate a ‘volare’ in nuove terre, lontano dagli affetti e dall’amore . Uno spaccato autentico che tocca il cuore, inducendoci quasi a ‘metterci’ il suo paio di occhiali: Made nel cuore. Occhiali non in vendita ma che ‘decidi di metterti solo se lo vuoi’. Lenti di ingrandimento che possono portare chiunque a ingrandire ciò che era stato inizialmente sottovalutato. Reby 12 termina parlando di valore soggettivo.”

Alcune volte certe persone non riescono a guardare le cose più importanti della vita. Ci sono cose per noi ragazzi indispensabili, come la famiglia e gli amici. Non credete nelle falsità, questo conta per noi.

Un giorno, per caso, incontrai Veronica dentro un bar, iniziammo a parlare del più e del meno. Era tanto che non ci vedevamo e come due acerbe donnine, iniziammo a raccontarci il tempo trascorso senza vederci. Lei raccontò della sua grande opportunità di viaggiare per motivi di lavoro ma anche del dubbio che l’affliggeva lasciando in questa città un grande amore e una famiglia. Mi chiese un consiglio e io le risposi di mettersi un paio di occhiali speciali con i quali ingrandire ciò che agli altri appare piccolo. Fu così che Veronica rimase in città. La sua rinuncia, o come veniva etichettata dagli altri, fu temporanea perché dopo alcuni mesi ebbe la costanza di costruirsi un lavoro qui. Oggi porta quegli occhiali sempre con sè e quando il troppo sole l’abbaglia, se li infila per vedere ingrandito ciò che gli altri non riescono più a vedere.

Luca ha rinunciato a uno stipendio alto in Canada per restare in Italia. Ha messo gli occhiali speciali in un giorno di pioggia e finalmente ha avuto un’idea geniale, quasi imprenditoriale. La gente diceva che il lavoro non c’era ma la sua idea dopo tanti anni lo ha premiato. Gli occhiali speciali non sono in vendita, li metti solo se lo vuoi; sono indistruttibili e servono a restare tra i valori, a non credere nell’impossibile ma solo in ciò che con il tempo può essere possibile. Non puoi comprarli, non hanno prezzo, solo il prezzo che tu dai alle cose. Un valore soggettivo.”

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY