Ufficiale, Christian Riganò torna in panchina: allenerà il Fiesole Calcio

Ufficiale, Christian Riganò torna in panchina: allenerà il Fiesole Calcio

380
0
SHARE

La notizia è di quelle da far saltare gli appassionati ed i nostalgici dal divano. 
Il nome, anche, evoca ricordi mai assopiti di un bomber che ha segnato Firenze nei primi anni del nuovo secolo, restando nel cuore riconoscente dei tifosi viola: Christian Riganò. 
“Dio perdona, Riga…no”, le scritte che campeggiavano profanamente sui muri della città in quegli anni di risalita dalla fossa della C2.

24 ore dall’annuncio dell’esonero di Sangiovanni la società Fiesole Calcio ha annunciato, un po’ a sorpresa, il nuovo colui che guiderà la prima squadra nel proseguo della stagione. Si tratta dell’ex viola Christian Riganò che da qualche stagione ha intrapreso la carriera di allenatore tra Settignanese e Incisa. Chiamato per risollevare le sorti della squadra, che in tre giornate ha totalizzato quattro punti (a fronte di una vittoria, sul Pelago, un pareggio, contro la Fulgor Castelfranco, ed una sconfitta nell’ultimo match casalingo contro il Firenze Sud), domenica sarà impeganto in una trasferta ostica sul campo della capolista Chianti Nord, indubbiamente la sorpresa, in positivo di questo avvio di campionato. A Sangiovanni il ringraziamento per l’ottimo lavoro svolto e per la meritata salvezza conquistata la stagione passata.

Ecco il comunicato diffuso dalla società bianco-verde: “Il Fiesole Calcio comunica di aver affidato ufficialmente l’incarico di allenatore della Prima Squadra a Riganò Christian Riganò. L’ex Bomber della Fiorentina ha già diretto i suoi primi allenamenti con la nuova squadra e domenica si appresta all’esordio sul difficile campo del Chianti Nord. Christian Riganò vanta 97 presenze con la Fiorentina e 57 gol; con l’Empoli ha indossato la maglia 33 volte ed ha messo a segno 5 gol e vanta anche un’esperienza nella Liga spagnola con il Levante dove ha giocato 13 partite e realizzato 4 gol. Da allenatore ha guidato la Settignanese e l’Incisa dopo aver ottenuto il patentino Uefa A. Dal 2002 al 2005, con la maglia Viola, ha esultato ben 57 volte sotto la Fiesole, ora è giunto il momento che Fiesole esulti insieme al suo nuovo mister.”

 

Martongelli e Calamai, tra i giocatori più rappresentativi e fiesolani doc

La scelta societaria ha portato dunque ad una svolta in panchina solo dopo tre giornate: esonerato il mister A. Sangiovanni dopo una vittoria, un pareggio ed una sconfitta, all’ultima giornata contro Firenze Sud (1-3).
“Ad Alessio Sangiovanni vanno i più sentiti ringraziamenti per averci permesso la cavalcata verso la salvezza, ottenuta meritatamente nella passata stagione e per l’impegno, la passione e la dedizione che ha sempre mostrato verso i colori del Fiesole.
La Direzione Tecnica e la Società prendono ufficialmente le distanze da quanto emerso questa mattina sulle pagine di alcuni quotidiani locali. In particolare, ci tiene a precisare che la decisione di interrompere la collaborazione con il proprio allenatore è maturata a seguito di un lungo confronto avvenuto soltanto dopo la sconfitta di domenica scorsa contro il Firenze Sud e smentisce categoricamente la presunta circostanza che l’allenatore “non avesse più in mano la sua squadra”. Anzi, al contrario, la società riconosce quale caratteristica principale di Alessio Sangiovanni quella di instaurare un ottimo rapporto con i giocatori e creare un’identità di spogliatoio, come ha fatto in questi mesi a Fiesole.
Purtroppo nel calcio, così come nella vita, alcune strade sono destinate a separarsi ma non per questo deve essere minato un rapporto di reciproca stima e riconoscenza. Pertanto, si augura al mister uscente ogni fortuna e soddisfazione in ambito calcistico e non.”

Riganò potrà contare su giocatori di esperienza, anche ex compagni di squadra ai tempi della Settignanese e se la vedrà, all’esordio sulla panchina del Fiesole Calcio, contro la Polisportiva Chianti Nord, sul sintetico di Strada in Chianti. Al bomber-mister va un grosso in bocca a lupo della redazione di Dai Colli Fiorentini.

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY