Rissa in Piazza dei Ciompi: uomo arrestato con l’accusa di tentato omicidio

Rissa in Piazza dei Ciompi: uomo arrestato con l’accusa di tentato omicidio

126
0
SHARE

Ricordate la clamorosa rissa che spaventò Firenze ed in particolare l’area di Piazza dei Ciompi il 12 febbraio scorso? Il video (che potrete rivedere qui), girato da un residente dalla finestra del suo appartamento, fece il giro del web e riportava una scena di violenza inaudita nei confronti di un uomo, sul quale si scagliava l’ira di altri soggetti. Pedate, cazzotti, anche una pistola estratta da uno degli aggressori. Il tutto occorso un ordinario pomeriggio di un giorno feriale mentre persone estranee ai fatti percorrevano la via incredule di quanto stavano vedendo.

Nella serata di ieri, i Carabinieri di Firenze – Palazzo Pitti hanno tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere (Gip – Dott.ssa Angela Fantechi), un 30enne tunisino, in quanto ritenuto responsabile di tentato omicidio e porto abusivo di armi, in relazione ai fatti accaduti lo scorso 12 febbraio in Piazza dei Ciompi.
Nel corso dell’ordinaria attività di controllo del territorio, gli operanti hanno fermato all’esterno di un locale del quartiere Oltrarno, due soggetti, uno dei quali cercava di divincolarsi e darsi alla fuga, venendo immediatamente bloccato dai militari. Quest’ultimo, dopo aver fornito false generalità agli operanti, veniva individuato quale destinatario della misura cautelare; l’altro soggetto veniva invece trovato in possesso di 5 grammi di hashish e segnalato alla Prefettura di Firenze quale assuntore.

La misura cautelare trae origine da un’attività investigativa, sviluppata dai Carabinieri della Compagnia di Firenze, che ha consentito di individuare il tunisino quale autore del reato di tentato omicidio e porto abusivo di armi, in concorso con altri tre correi. La sera dello scorso 12 febbraio, in Piazza dei Ciompi, un tunisino veniva aggredito e colpito con coltellate, calci e pugni, rimanendo riverso in terra. Per le lesioni subite l’uomo riportava 30 giorni di prognosi. L’arrestato è stato tradotto presso il carcere di Firenze Sollicciano.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY