Rapina a Gavinana: sfondano la vetrina con un tombino e rubano l’incasso

    Rapina a Gavinana: sfondano la vetrina con un tombino e rubano l’incasso

    1919
    CONDIVIDI

    È da poco passata la mezzanotte quando una serie di rumori sconquassano la quiete di via Edimburgo. Dieci minuti di martellate poi nuovamente il nulla prima dell’avvento delle forze dell’ordine a sirene spiegate e della verità: la vetrata del negozio Easy&Co. sfondata con l’ausilio della grata di ferro di un tombino e la cassa del negozio abbandonata ad una decina di metri dalla scena del crimine.

    La casa tremava” afferma una coppia, il cui appartamento si trova nel complesso di cui fa parte lo stesso Easy&Co., scesa in strada incuriosita e al tempo stesso comprensibilmente preoccupata per il trambusto. Non sono chiari ancora il numero dei malviventi che hanno partecipato al colpo ne a quanto ammontasse il fondo cassa.

    Purtroppo non si tratta di un caso isolato nella zona, anzi… nelle ultime due settimane si sono verificati altrettanti episodi spiacevoli: un accoltellamento in piazza Francia – forse una risoluzione di conti – e un altra rapina, questa volta in un appartemento del condomino dell’edificio di cui fa parte lo stesso Easy&Co. approfittando dell’assenza degli inquilini.

     

    CONDIVIDI
    Nato a Bagno a Ripoli il 20 Ottobre 1994, amante del calcio in tutte le sue sfumature, ho passato buona parte della mia vita sui campi della Toscana a smistare palloni, e a prendere qualche salutare pedata. Una carriera scolastica eterogenea, iniziata come geometra ed evoluta come studente di scienze politiche della facoltà di Firenze. Nella vita poche cose sono certe ma su una vado sul sicuro, ho passato più ore a giocare a calcio che sui libri. Col tempo ho coltivato la passione per il giornalismo, lavorando nella redazione sportiva dell'emittente televisiva di Italia 7.