CR7 e Criosauna: una moda che serve a poco

CR7 e Criosauna: una moda che serve a poco

2169
0
SHARE

L’arrivo in Serie A del talento portoghese, 5 volte pallone d’oro, è stato un evento sconvolgente per l’universo pallonaro italiano, riportando attenzione mediatica sul nostro massimo campionato come da tempo non se ne vedeva. Aldilà dell’aspetto meramente tecnico, che non riguarda il nostro articolo, l’arrivo del fuoriclasse lusitano ha portato alla ribalta anche i suoi usi e costumi, rivelando quasi ogni particolare di uno degli atleti più in vista del panorama internazionale.

Già ai tempi del Real madrid Cristiano era salito alla ribalta per l’acquisto di una CRIOSAUNA, nuova frontiera per la salute e il benessere del corpo

Di cosa si tratta? La Criosauna è la cabina in cui viene effettuata la crioterapia sistemica, trattamento che porta il nostro corpo a una temperatura che varia dai 100 a 130 gradi sotto lo zero grazie all’utilizzo dell’azoto liquido. La seduta ha una durata dai 3 ai 5 minuti e i benefici che promette sono a dir poco strabilianti: riduzione del dolore, ringiovanimento della cute, recupero fisico accelerato dopo attività fisica, riduzione dell’infiammazione per lombalgia e cervicalgia, e addirittura miglioramento per la fibromialgia, patologia reumatica molto complessa e multifattoriale.

Ma cosa c’è di vero in tutto questo? FisioLab 2.0, come al solito, vi risponde con quelli che sono gli ultimi studi scientifici validati a livello internazionale. E purtroppo per la criosauna, come per molti trattamenti di moda in questo momento storico o in momenti precedenti (coppettazione, kinesiotaping, panca reversibile.. solo per citarne alcuni ndr) non vi è nessuna evidenza scientifica dell’utilità di questo trattamento, sia in termini di dolore che in termini biochimici, ma spieghiamoci meglio.

E’ stato dimostrato che l’utilizzo della criosauna dopo l’attività fisica non riduce in maniera più marcata il dolore rispetto al semplice riposo; e anche per quello che riguarda il recupero fisico accelerato o la riduzione dell’infiammazione, non vi è riduzione dei marker biochimici che caratterizzano l’infiammazione o del sovraccarico muscolare dopo il trattamento con la criosauna! L’altro aspetto per cui viene “venduto” questo innovativo macchinario, è la perdita massiva di contenuto calorico (si parla di una riduzione tra le 600 e le 900 in soli 3 minuti). Anche qua c’è il trucco, nel senso che è vero che il corpo, portato alle temperature estreme della criosauna, risponde con una risposta massiva da parte del metabolismo, ma una volta riportato a temperature normali, questo effettivo bruciacalorie si esaurisce immediatamente.

Un altro aspetto interessante da analizzare, e di cui nessuno dei produttori o erogatori della tecnica crioterapica si sta preoccupando, sono gli effetti di questa terapia a lungo termine: non ci sono studi in letteratura che ci dicano quali effetti (collaterali?!?!) possa fare questa terapia se potratta nel tempo, e questo non è cosi rassicurante quando parliamo di salute. Quindi il nostro consiglio resta sempre lo stesso: affidatevi a professionisti seri e preparati e diffidate dalle terapie miracolose che trattano ogni problema e che risolvono lo stesso in pochissimo tempo!

 

Bibliografia:

Whole-body cryotherapy (extreme cold air exposure) for preventing and treating muscle soreness after exercise in adults. 2015

Costello JT1Baker PRMinett GMBieuzen FStewart IBBleakley C.

Whole-body cryotherapy (-110 °C) following high-intensity intermittent exercise does not alter hormonal, inflammatory or muscle damage biomarkers in trained males. 2018

Krueger M1Costello JT2Achtzehn S3Dittmar KH4Mester J5.

 

 

 

 

Articolo a cura del Dr. Simone Pratesi, laureto in Fisioterapia,
Master I livello in Terapia Manuale,
socio fondatore di FisioLab Studio fisioterapico e FisioLab 2.0,
amante del proprio lavoro e sportivo dilettante

 

 

 

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY