“In giro per l’Italia con Articolo UNO”: il viaggio di tre giovani...

“In giro per l’Italia con Articolo UNO”: il viaggio di tre giovani su una Y10 anti-rottamazione

1190
0
SHARE

Francesco, Michele, Dario. Romani. Rispettivamente 15, 20, 21 anni. Chi sono? L’esempio estivo più lampante di come la gioventù debba rispondere alla denigrante e dilagante apatia tramite un attivismo prezioso, a prescindere da schieramenti e presunte ideologie. Un’eccezione – di ciò realisticamente si tratta – che sceglie il volume del dibattito politico al “volume a palla”, preferisce il viaggio d’istruzione al viaggio distruzione, promuove, informa, si forma. Comunque divertendosi in compagnia, tra amici, a giro per la penisola natia.

L’idea del trio ha finalità di sensibilizzazione politica: Dario, Michele e Francesco, infatti, sono militanti di Articolo UNO, provenienti da pregresse esperienze diverse (Michele dai Giovani Democratici, Francesco e Dario da Sel e SI), hanno riposto la loro fiducia e trovato confortanti proposte nel “Movimento democratico e progressista”. Tanto da montare su una Y10 di vecchia data ed ispirare un tour per l’Italia in cerca di un futuro a sinistra…una band che non canta ma intervista, conosce, pubblica sui social, diffonde idee ed entusiasmo. Tra innovazione e tradizione, con una vettura che appartiene alla storia del ‘900, proletaria, simbolo dell’anti-rottamazione, datata ma  a gpl dunque ecologica. Eccola lì la metafora del viaggio: struttura esperta, contenuto giovane. Un qualcosa di molto Rock, direbbe Celentano.
Si può fare? Perché no!

E difatti: “In Giro per l’Italia con Articolo Uno”, questo il nome della loro avventura, iniziata il 24 Luglio da Roma, protrattasi per il Sud Italia, dunque ascesa al Nord per poi girar la bussola nuovamente verso il Meridione, fermandosi anche a Firenze. Quando? Nella giornata di Venerdì 11 Agosto, accolti tra gli altri dall’imprunetino Joele Risaliti (anch’egli esponente locale di Articolo Uno), in una data storica che celebra la Liberazione della Città Gigliata. Poco fuori Firenze, nel territorio imprunetino e più precisamente sotto la Stella Rossa della Casa del Popolo, li abbiamo incontrati al crepuscolo, disponibilissimi a trasmettere le impressioni dell’inedita vacanza.

Com’è nato il progetto “In Giro per l’Italia con Articolo Uno”?
“La nostra è un’iniziativa autonoma, patrocinata da Articolo UNO e supportata dall’Ufficio Stampa Nazionale. In occasione del Corteo sui Voucher della CGIL del 17 Giugno riuscimmo a parlare con alcuni esponenti del Movimento, presentando loro la nostra proposta. Che piacque, tanto da ricever sostegno concreto per l’organizzazione di incontri pubblici, aperitivi e occasioni di confronto nei paesi dai quali siamo passati. E’ un atto nato dal basso, il nostro, pensato da semplici militanti ed avviato tramite una pagina Facebook che ora conta quasi 2000 followers. Per di più finanziato non dai fondi del partito bensì tramite un crowdfunding capace di racimolare quasi 3000 euro”

Chi avete incontrato sulla vostra strada?
“Curiosi, militanti, personaggi di spicco di Articolo UNO, consiglieri comunali e Sindaci. Ci siamo trovati a tu per tu con Pier Luigi Bersani a Piacenza, Roberto Speranza a Potenza, l’eurodeputato Massimo Paolucci a Napoli, Ganni Melilla a Pescara, Silvia Prodi e Pippo Civati. Incontreremo anche il Pres. della Regione Toscana Enrico Rossi (intervistato in data 12 Agosto). Abbiamo affrontato temi di interesse nazionale quali immigrazione e legalizzazione con i leader del Movimento ed esponenti noti di altre aree di Sinistra mentre abbiamo toccato specificità territoriali con gli amministratori locali. Quotidianamente pubblichiamo il nostro “Diario di Viaggio” sul sito ufficiale di Articolo UNO (clicca qui) e pubblichiamo post e video sui nostri canali social di Facebook, Twitter, Instagram. Seguirci è facilissimo!”

Avete notato mancanza di presenza giovanile nelle vostre tappe?
“No, assolutamente. Siamo riusciti a parlare a molti coetanei, tra i quali attivisti e militanti. Una rete giovanile c’è!”

Cosa spinge tre giovanissimi a negarsi la vacanza modaiola a Mykonos o Ibiza, salire su una Y10 e promuovere uno stile consapevole e dinamico di far politica, di viaggiare, di non subire il proprio tempo con indifferenza?
“L’abbiamo visto come un dovere. Nei confronti di noi stessi, degli altri giovani, della cittadinanza. Sentiamo la responsabilità di un periodo storico negativo della Sinistra, la stessa Sinistra che incarna valori e precetti nei quali ci riconosciamo. C’è un vuoto evidentemente, dunque, nel nostro piccolo, vorremmo porvi rimedio, diffondendo la conoscenza di ART. UNO, dibattendo su tematiche d’attualità, riportando, laddove si è persa, fiducia nella politica e in un’idea di Sinistra da ricostruire. Poi, che dire, non siamo stati molto spesso al mare è vero…ma ci siamo comunque divertiti!”

Francesco, Michele e Dario sono di ritorno a Roma, per la conclusione del tour proprio oggi, 14 Agosto. A breve realizzeranno un documentario che toccherà il tema dell’immigrazione, senza fini propagandistici o subdoli giochi di strumentalizzazione, partendo dal loro toccante incontro con alcuni giovani immigrati di origine africana, avvenuto a Settimo Torinese. Di loro sentiremo ancora parlare, è garantito. Per vedere, invece, interviste (ultima ad Enrico Rossi) e post giornalmente pubblicati vi rimandiamo alla loro pagina Facebook: In giro per l’Italia con Articolo Uno.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY