SHARE

E se la vita di un adolescente fosse una questione di proporzioni e bilancia? Se tutto quello che gli gravita intorno gli sembrasse triste, semplicemente perché non può gustare i piaceri più basilari? Chi lo dice che dare adito alle papille gustative di agire non sia una gioia! Come liberarsi da tutti i pregiudizi, dei metri della società, i prototipi di bellezza e fugacità …Ma poi è pur vero che la realtà incombe, come la prova costume. Azzerata questa puoi vivere spensierato ma forse rischiare di rinunciare ai baci. Poi il sogno si realizza e il ragazzo diventa esile come un fuscello, potendo cibarsi di tutto quello che desidera. Il desiderio: il movente di questo articolo ironico, quasi pirandelliano di Devid 991.

Sabrina Merenda

abbuffarsi

“Gigi ha 14 anni ed è perennemente a dieta. La nutrizionista parla di bilanciamenti. Gli altri coetanei non bilanciano, mangiano e basta. Ogni mattina, prima di recarsi a scuola, passa davanti alla pasticceria, si ferma a guardare la vetrina dei pasticcini, nota la gente uscire con fragranti bomboloni alla crema. Vede che ogni martedì li danno scontati. Si fruga nelle tasche per vedere se ha i soldi che gli servono. Trova un foglietto con scritto “sei a dieta”. Se lo è scritto la sera prima per ricordarsi le promesse fatte alla nutrizionista, ai genitori, a se stesso.

In dieta a 14 anni, mentre il branco lupus divora tutto ciò che trova, provando il piacere di una consistenza morbida, profumata, colorata…uno slurp senza tregua.

Va a scuola e ha per merenda una mela. Raccontano sia nutriente. I compagni possiedono panini giganti e grassi. Immagina il bombolone lasciato in pasticceria, pensa a divorarlo con la bocca, le mani, infilarci il naso. Sente la testa star bene. La mela però lo guarda e sembra dirgli: “SUMMER ALARM”

Niente: nemmeno si può immaginare di mangiare.
Se la prova costume fosse un disastro?

Tommy passa di lì e gli dice:
“Fossi te non immaginerei niente e mangerei quella mela, io l’anno scorso al posto della vita avevo un sacco di rena!”

Gigi pensa che odia fare la prova costume, vuol vivere solo felice mangiando. Non vuole che la sua vita sia ricattata da una maledetta estate. Non avrà baci dalle ragazze..non avrà sorrisi dagli adulti. La nutrizionista lo giudicherà incapace. Il suo specchio pure.

Torna a casa e sente l’odore della pasticceria, immagina a quando il suo fisico sarà un fuscello e potrà ingoiarsi tutti i bomboloni del mondo. Sarà il tempo dei veri baci.

SHARE
Previous articleACCIDIA IERI E OGGI
Next article1° Maggio: Follie all’Impruneta col “Can Can”
2° Media, 12 anni; SEGNI DI RICONOSCIMENTO: sorridente. Sono un creativo, mi piace creare degli sketch divertenti, oltre ad essere appassionato di sport, infatti gioco orgogliosamente a calcio. Scrivo sulla Rubrica Gli Sprecati perchè frequento la Geniuspen e mi piace creare temi nuovi su cui informarmi.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY