Cane semina il panico a Baruffi-Quintole, l’assessore Cioni: “Dopo le testimonianze ed...

Cane semina il panico a Baruffi-Quintole, l’assessore Cioni: “Dopo le testimonianze ed il confronto con Asl veterinario, continuano i pattugliamenti della Polizia Municipale”

373
CONDIVIDI
Di seguito pubblichiamo le dichiarazioni dell’Assessore alla Polizia municipale Laura Cioni sul caso della presenza cani in zona Baruffi-Quintole per le Rose:
“A seguito dell’ultimo consiglio comunale del 31/1 scorso, come assessore ho provveduto a contattare alcune persone che avevano presentato l’esposto a novembre 2018. Ho chiesto scusa per il ritardo di un contatto diretto e della mancata comunicazione su quanto era stato fatto fino a quel momento. Come giustamente è stato chiesto con molta insistenza, l’informazione al cittadino è sacrosanta. Concordo pienamente e ringrazio per questo richiamo ad una maggiore attenzione.
Evidentemente i contatti personali e le comunicazioni su facebook non sono serviti ancora a placare coloro che sono continuamente a chiedere la risoluzione del problema. Ebbene, a questo punto invio ufficialmente alcune considerazioni e informazioni.
Iniziamo a chiarire un concetto basilare: se non c’è più sicurezza nella zona Baruffi-Quintole per le Rose per via di cani vaganti ed aggressori non è responsabilità della Polizia Municipale bensì dei padroni di questi animali che non osservano la legge e non si curano né dei propri cani né del benessere degli altri, compresi dei cani altrui.
Chiedo a voi cittadini se gli agenti di polizia municipale devono presidiare tutti i giorni la zona per individuare e possibilmente capire da dove vengono i cani vaganti, sottraendo tempo alle loro incombenze, già ridotte per lo scarso personale, oppure se non sia più proficuo collaborare insieme per arrivare alla conclusione del problema.
Tengo a precisare che gli agenti non possono acciuffare gli animali (se lo fanno sarebbe a loro rischio e pericolo senza copertura legale e assicurativa) ma, se riescono, possono individuare da dove vengono e scoprire quindi chi sono i padroni, i quali dovranno sottostare alle conseguenze del codice civile.
Per quanto riguarda la situazione ad oggi, verificato che non ci sono ulteriori notizie, per venire incontro anche a chi non legge i social, riporto quanto già riferito in precedenza sulla pagina facebook di Impruneta Comune Aperto:
Continuano i pattugliamenti degli agenti della municipale, iniziati già da novembre 2018 a seguito della lettera a firma di una ventina di cittadini, per scovare il cane che si aggira in località Baruffi-Quintole per le Rose.
Si sono verificate altre segnalazioni, una in particolare riferiva di un’aggressione ad un cane che passeggiava con il suo proprietario e un avvistamento da una certa distanza dall’animale.
Da quanto si sta raccogliendo, tra testimonianze, appostamenti, confronto con Asl veterinaria di Firenze possiamo dichiarare, con cautela, che non c’è solo un cane ma più di uno che si aggirano indisturbati nella zona.
E’ stata effettuata una mappatura nella zona di tutti i cani registrati all’anagrafe canina di taglia grossa, di colore bianco, tipo maremmano ed è iniziata una ricognizione a tappeto presso tutti i proprietari. Ad oggi purtroppo non ci sono elementi certi che possono ricondurre con esattezza assoluta ai proprietari dei cani ‘vaganti’, a parte un forte ed evidente sospetto su un proprietario, su cui già da tempo è attivato il controllo mirato.
Prima di dover arrivare ad organizzare vere e proprie trappole (voglio precisare che la parola trappola viene intesa per attirare il cane, non verrà assolutamente usata nessuna tecnica che possa recare danni o maltrattamenti all’animale) per riuscire a fermare gli animali e verificarne così i loro proprietari, continueranno i pattugliamenti e a seguire ogni segnalazione che dovesse arrivare presso la Polizia Municipale. Ricordo ai cittadini che nelle ore in cui la Municipale non è in servizio è possibile rivolgersi al numero di emergenza 112 che attiverà il servizio competente in materia.
Rinnovo pertanto l’invito ad ogni cittadino a fornire qualsiasi informazione utile direttamente presso il Comando della Polizia Municipale negli orari di apertura al pubblico e di segnalare la presenza di cani vaganti alla centrale operativa 055.2011290.”
CONDIVIDI
Nato nel 1990, mi sono appassionato alle vicende locali per necessità di lavoro, scoprendo che basta guardarsi intorno per raccogliere spunti di riflessioni e motivi di scrittura. Scrivere, è la mia esigenza. Conoscere la Storia, la mia passione. Vivo ad Antella, "campanilista" quanto basta, vago per il territorio alla ricerca di aneddoti da raccontare. Collaboro con TuscnayPeople e Tele Iride.