Grassina, ancora ladri in via di San Martino: “Sono entrati di pomeriggio,...

Grassina, ancora ladri in via di San Martino: “Sono entrati di pomeriggio, non è la prima volta. Questa zona non è sicura!”

522
CONDIVIDI
dav

Martedì pomeriggio, per l’ennesima volta, via di San Martino a Grassina è stata presa d’assalto da malintenzionati. Ladri che, nell’arco temporale tra le 15 alle 20:00, hanno fatto “visita” al numero civico 27.
Nel dettaglio hanno scassinato una porta a vetri entrando nell’abitazione dunque hanno rovistato nei cassetti e armadi alla ricerca, probabilmente, di contanti. Non hanno preso niente, né il cellulare lasciato in bella vista, né computer o altri oggetti di valore.
Probabilmente, questa è la sensazione degli abitanti dell’area, conoscevano i movimenti dell’inquilino, un signore di una certa età, spaventato dall’accaduto.
Non è la prima volta che via di San Martino è costretta a subire atti del genere: nel 2018, una residente della via si vide rubare la propria auto, ritrovata due mesi più tardi a Bastia Umbra; sempre nel 2018, a maggio, portarono via un gatto di razza pura, da mostra, un dolore immenso per i proprietari.

Questa zona non è assolutamente sicura”, lamentano sconfortati i residenti di via San Martino, già attivati presso il comune con una raccolta firma volta a richiedere una maggior illuminazione della strada nelle ore notturne. “Ad oggi, tutto tace”, si legge su un post di Facebook.
“L’area è frequentemente battuta da malviventi, chiediamo sostegno ai Carabinieri affinché una sorveglianza più capillare e costante della via possa servire da deterrente“, l’appello degli abitanti.

 

Ricordiamo che da qualche giorno, sul territorio comunale di Bagno a Ripoli, è attivo il progetto “Controllo di vicinato”, volto a facilitare i contatti tra cittadini e Forze dell’Ordine. Attraverso la mediazione di un coordinatore, individuato nella persona di Maurizio Andorlini, giungeranno ad agenti della Polizia Municipale e dei Carabinieri le segnalazioni avanzate dai residenti: per partecipare ed avere info scrivete a polizia.municipale@comune.bagno-a-ripoli.fi.it. Il progetto ha la sua utilità soprattutto nel portare alla conoscenza degli agenti situazioni quali rumori sospetti, allarmi che suonano con insistenza, auto appostate insolite (leggi qui).

 

CONDIVIDI
Nato nel 1990, mi sono appassionato alle vicende locali per necessità di lavoro, scoprendo che basta guardarsi intorno per raccogliere spunti di riflessioni e motivi di scrittura. Scrivere, è la mia esigenza. Conoscere la Storia, la mia passione. Vivo ad Antella, "campanilista" quanto basta, vago per il territorio alla ricerca di aneddoti da raccontare. Collaboro con TuscnayPeople e Tele Iride.