Controllo di Vicinato e Sicurezza: la lista “Cittadini di Bagno a Ripoli”...

Controllo di Vicinato e Sicurezza: la lista “Cittadini di Bagno a Ripoli” organizza un confronto a I’Barroccio

una serata di informazione tra cittadini, amministrazione ed autorità competenti

254
0
SHARE

La Lista Civica e gruppo consiliare “Cittadini di Bagno a Ripoli” organizza un confronto tra cittadini, amministrazione ed autorità competenti incentrato sul tema della sicurezza, a Bagno a Ripoli (anche) declinato nel progetto “Controllo di Vicinato”. Se ne è parlato molto, l’Amministrazione Comunale ha lavorato per introdurre l’attività e coordinarla al meglio eppure, ancora, pochi ne conoscono risvolti e reale funzionalità. Ecco, dunque, il motivo dell’iniziativa: l’incontro nasce dalla volontà di condividere con la comunità ripolese gli strumenti di prevenzione in materia di sicurezza messi in campo dalle istituzioni locali e dalle forze dell’ordine.  Accanto alla cittadinanza, invitata a partecipare, saranno presenti i rappresentanti dell’amministrazione comunale, della Polizia Municipale e il responsabile e coordinatore del “Controllo di Vicinato”.

L’evento si svolgerà Giovedì 12 settembre alle 21.15 all’arena estiva “I’ Barroccio” al giardino “Silvano Campeggi” a Bagno a Ripoli (via Roma 80, ex giardino “I Ponti”). L’incontro è gratuito ed aperto a tutti.

Saranno presenti il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini, il comandante della Polizia Municipale Filippo Fusi, il Responsabile del progetto Controllo di Vicinato Moreno Bosco, il Coordinatore del progetto Controllo di Vicinato Maurizio Andorlini.
Ricordiamo che il Controllo di Vicinato non ha niente a che fare con le ronde notturne in stile squadrismo degli anni ’20, non è una caccia alle streghe odierne: bensì è un coordinamento d’area che riunisce attraverso un gruppo whatsApp in collegamento con il Coordinatore del Progetto zone ristrette, siano esse vie, condomini, quartieri. La finalità è segnalare fatti sospetti che esulano dalla consueta quotidianità per comprendere, attraverso l’invio di un messaggio al Coordinatore del Progetto, a sua volta in contatto con le Forze dell’Ordine, se la segnalazione necessita di un intervento o meno.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY