Ai domiciliari i bolognesi fermati in via Chiantigiana

Ai domiciliari i bolognesi fermati in via Chiantigiana

Durante la perquisizione approfondita della vettura sono stati ritrovati 15 grammi di hashish e 9 di marijuana

1174
0
SHARE

Si è trasformata in una notte alla stazione dei carabinieri di Grassina la gita fuori porta di una coppia di ragazzi bolognesi di 32 e 33 anni quando domenica scorsa, durante un controllo dei veicoli in transito su via Chiantigiana, sono stati trovati in possesso di una grossa quantità di stupefacenti.

La dinamica dell’arresto è presto detta: durante le operazioni di controllo indette allo scopo di prevenire i furti negli appartamenti, i carabinieri hanno fermato un veicolo di piccola cilindrata ritenuto sospetto. Durante le operazioni di rito dei due militari ha destato particolari perplessità l’atteggiamento dei due uomini, le cui iniziali sono A.G. e B.L., particolarmente agitato e irrequieto. Un sospetto avvalorato da un forte odore di hashish proveniente dalla stessa vettura.

Durante la perquisizione gli agenti hanno rinvenuto all’interno del mezzo 9 grammi di marijuana, 15 grammi di hashish (già suddivise in dosi) e la somma di 175 euro in contanti che si ritiene provengano dall’attività di spaccio dei due bolognesi. La coppia romagnola, che stava transitando nel comune di Bagno a Ripoli, era conosciuta alle forze dell’ordine poiché già stata fermata in una precedente occasione sempre per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Dopo aver avvertito il magistrato della Procura di Firenze, la coppia è stata subito portatasubito portata presso la stazione di sicurezza dei carabinieri di Grassina del Maresciallo Bonafede e, dopo essere stato convalidato il fermo, sono stati portati a Bologna per scontare i domiciliari, città in cui risiedono. Beccati in flagranza di reato, verranno giudicati con il capo d’imputazione di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

SHARE
Previous articleBELLEZZE D’ESTATE
Next articleElogio dello Sport (e della nostra maniera di raccontarvelo)
Nato a Bagno a Ripoli il 20 Ottobre 1994, amante del calcio in tutte le sue sfumature, ho passato buona parte della mia vita sui campi della Toscana a smistare palloni, e a prendere qualche salutare pedata. Una carriera scolastica eterogenea, iniziata come geometra ed evoluta come studente di scienze politiche della facoltà di Firenze. Nella vita poche cose sono certe ma su una vado sul sicuro, ho passato più ore a giocare a calcio che sui libri. Col tempo ho coltivato la passione per il giornalismo, lavorando nella redazione sportiva dell'emittente televisiva di Italia 7.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY