BAGNO A RIPOLI A FORZA 4: MOLINENSE K.O.

BAGNO A RIPOLI A FORZA 4: MOLINENSE K.O.

Continua la striscia di vittorie del Bagno a Ripoli: a farne le spese è la Molinense, liquidata con un secco 4-0.

1297
0
SHARE

CAMPIONATO JUNIORES PROVINCIALI
BAGNO A RIPOLI – MOLINENSE = 4-0

IL TABELLINO
BAGNO A RIPOLI: Casini, Martinelli, Simoncini, Enned, Pompili, Ghiggi, Cannarsi, Cavallo, Staccioli, Urzetta, Dudea. A disposizione.: Falsettini, Chirco, Farulli, Boni, Tarini, Ronca, Tonnesi. All.: De Luca.
MOLINENSE: Traballi Innocenti, Cozzani, Lisi, Pasqui, Corradossi, Pratesi, Casini Salvagni, Santoni, Ennoura, Bianchi, Tardugno. A disposizione: Maggi, Cecchini, Nahli, Sarti, Baldassarri, Santini, Giovannini. All.: Bulletti.
ARBITRO: Sig. Russo di Firenze
RETI: 70′ e 71′ Dudea, 83′ Cannarsi, 91′ Farulli.
NOTE: Ammoniti Simoncini, Tardugno. Angoli: 5-1.

IL COMMENTO

Un campionato iniziato in sordina, senza pretese o ambizioni particolari. Una squadra, il Bagno a Ripoli che dopo un girone di andata altalenante sembra aver ormai trovato la sua dimensione. Centro Storico Lebowski, Sales, Impruneta Tavarnuzze e adesso anche la Molinense tra le vittime sacrificali dei ragazzi Juniores del Bagno a Ripoli, protagonisti di una striscia di vittorie che non sembra volersi fermare. Perché fermarsi? Il Bagno è ormai approdato nelle zone nobili della classifica, aggrappatosi al gruppone di squadre pronte a darsi battaglia per il rush finale di un campionato più avvincente che mai, con la vetta che (sognare è gratis..) dista sole otto lunghezze.

La cronaca odierna parla di una partita a senso unico, di un Bagno a Ripoli in salute che imposta la partita su un ritmo di gioco frenetico sin dalle prime battute, con le ripetute volate sulle fasce di Cannarsi e Dudea che impauriscono avversari e pubblico ospite, già conscio che la battaglia delle ore 17.50 non sarà una scampagnata per i ragazzi di Bulletti. Le tante occasioni per il Bagno a Ripoli capitano sui piedi di Staccioli e sulla testa di Cavallo, col reattivo Traballi Innocenti a tenere in partita i propri compagni mentre il collega Casini si gode lo spettacolo dalla propria porta senza dover mai sporcarsi i guantoni e guadagnandosi un 6 in pagella con una tempestiva uscita con i piedi. Mentre il primo tempo si conclude con un bugiardo zero a zero che appaga più la Molinense che il Bagno a Ripoli, la ripresa ha tutt’altro copione. Mister De Luca infatti gioca bene le sue fiches e con l’ingresso in campo di Tonnesi e Farulli porta l’intera squadra nella metà campo avversaria. Farulli garantisce infatti freschezza e fantasia sulla fascia sinistra. Al 70′ si avventura in uno slalom gigante, penetra in area di rigore ed entra in una girandola di calcioni che portano il signor Russo a decretare la massima, sacrosanta, punizione. Bomber Dudea, per oltre buona parte di gara in ombra, non sbaglia e dagli undici metri spiazza Traballi Innocenti. Il bomber ha ancora fame e si conferma capocannoniere del campionato: passa neanche un minuto e il numero 11 scaraventa sotto la traversa un pallone dalla destra ricevuto da Tonnesi. 2-0 nel giro di un minuto e mezzo e pratica, quasi, archiviata. C’è gloria anche per Cannarsi che mostra tutta la sua qualità all’83’ mettendo a sedere un avversario e depositando il montante in rete sugli sviluppi di un corner. Il Bagno a Ripoli non è sazio e al 91′ realizza il poker con un bel pallonetto dell’inarresetabile Farulli che cala il sipario su una partita perfetta, da applausi e di dominio assoluto in ogni zona del campo.

Vista dagli spalti Il Bagno a Ripoli è in salute. La squadra dimostra un’intesa che sembra affinarsi settimana dopo settimana e i risultati lo dimostrano: attacco prolifico e clean sheet per Casini. Il 2017 è iniziato nel migliore dei modi, i ragazzi dei Ponti hanno ormai acquisito l’etichetta di “ammazzagrandi” e con gli odierni tre punti hanno scacciato il tabù delle “piccole”, avendo nel girone di andata lasciato qualche punto di troppo per strada contro squadre che navigano nelle zone calde della classifica. Tra sette giorni la prova del nove contro i cugini dell’Albereta per confermarsi tra le grandi del campionato. 

UOMINI PARTITA DCF

Difficile, quasi impossibile trovare quest’oggi un giocatore in grado di prevalere sui compagni, tutta la squadra – mister e subentrati compresi – si merita un bel 10. Invalicabile il muro difensivo, con un Pompili che dopo la splendida prestazione fornita contro l’Impruneta Tavarnuzze si conferma leader del pacchetto arretrato e protagonista di un campionato ad altissimo livello. Cannarsi nel primo tempo fa venire il mal di testa a Lisi, mentre nel secondo trova il gol. In gol anche Farulli che col suo ingresso spacca letteralmente la partita: prima il rigore che si procura con una serpentina in area, poi la rete finale che arrotonda il punteggio. Degni di nota i 90′ di Staccioli: corsa al centro dell’attacco e sulla fascia grazie alle sue importanti capacità aerobiche, sponde per gli inserimenti dei compagni e un palo che grida ancora vendetta e che sicuramente sarebbe stato il giusto premio per aver dato l’anima per la maglia gialloblù. Di Dudea poi che dire.. sono 15!

SHARE
Previous articleFilorosso e la follia: una parte di noi
Next articleEsordienti B, Imp. Tavarnuzze vs Atl. Calcio Impruneta: un bel derby!
Nasco a Bagno a ripoli in un martedì di luglio, di quel 1992 che ai più sarà noto maggiormente per i tragici accadimenti mafiosi che per l'esordio tra i professionisti di Alessandro Del Piero, il fattore scatentante la mia sana dipendenza per il calcio. Il libretto universitario recita "Economia e Commercio", con un forte interesse per gli aspetti finanziari della materia. Ho collaborato in qualità di reporter per anni con alcune riviste sportive, più per diletto che per professione in quanto amo, pratico (nelle mie possibilità) e mastico calcio sin da quando ho mosso i primi passi.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY