Svelato il nuovo Centro Sportivo! Commisso: “Sono venuto qua per farvi un...

Svelato il nuovo Centro Sportivo! Commisso: “Sono venuto qua per farvi un regalo”

Nel giorno del Ringraziamento in America, Rocco Commisso ha presentato a Bagno a Ripoli il progetto del nuovo centro sportivo

560
0
SHARE
Commisso

Svelato il nuovo Centro Sportivo! Commisso: “Sono venuto qua per farvi un regalo”

Paesaggio, rispetto e valorizzazione ambientale, queste sono le tre parole chiave di questo progetto: il nuovo Centro Sportivo dell’ACF Fiorentina in terra ripolese. 25 ettari con il preciso intento di porre i giocatori, sia del settore femminile che di quello maschile, nelle migliori condizioni psicofisiche. Un’area ricercata al fine di realizzare un luogo dove oltre ai campi di allenamento potessero esserci grandi spazi verdi e alberature in modo che la natura giocasse un ruolo da protagonista.

Un centro sportivo che, come detto, tiene all’ambiente: oltre il 90% dell’area rimarrà a verde e sarà prevista la piantumazione di oltre 1000 alberi che andranno sommati ai 500 già esistenti. Un progetto in linea con la bellezza e la peculiarità del territorio, rimarcando l’aspetto della salvaguardia dell’ambiente e replicando alla polemica in merito alla lettera indirizzata al presidente Commisso firmata da tre gruppi ripolesi.

Neanche con il mio fast fast pensavo che fosse possibile fare così veloce esordisce Commisso, che dopo quattro mesi dal suo arrivo a Firenze è riuscito nell’intento di mettere a segno il primo investimento per la sua Fiorentina: 10 milioni per il terreno e una stima di ulteriori cinquanta (per non dire sessanta) milioni per la costruzione dell’impianto.

Nel giorno del Ringraziamento sono venuto qua per farvi un regalo: il nuovo centro sportivo”. E che regalo!

Nel pomeriggio in sala consiliare a Bagno a Ripoli, dopo l’introduzione del padrone di casa – il sindaco Francesco Casini – ha preso la parola Marco Casamonti, della Casamonti & Partners Archea Associati, architetto salito alle cronache sportive per aver progettato il nuovo stadio della Nazionale di Calcio albanese a Tirana, inaugurato poche settimane fa in occasione della sosta per le nazionali:

Da cittadino ripolese ho molto a cuore questa zona. In quanto “aree periurbane” dobbiamo si preservarle ma dobbiamo anche accettare quelle funzioni compatibili per il luogo. Su 25 ettari, 24 restano a verde.” E aggiunge
: “L’obiettivo è avere uno spazio grande affinché i giocatori si rilassino. Nel dettaglio 10 campi in 25 ettari vuol dire una bassa densità, preservando le grandi aree aperte e piantumeremo 1000 alberi.”

Per quanto riguarda le infrastrutture da edificare, come la foresteria, le palestre e gli spogliatoi avranno tutti delle caratteristiche precise: saranno caratterizzati dal profilo basso, al massimo piano terra e primo piano, mentre alcuni padiglioni avranno anche piani interrati. Questo per svolgere al meglio la funzione di impattare il meno possibile sul paesaggio.

Foresteria all’interno di una collinetta artificiale

La foresteria sarà edificata all’interno di una collina e avrà una grande vetrata con affaccio su uno dei campi centrali.
U’ulteriore novità è rappresentata dai due “mini stadi“: dei dieci campi due avranno la peculiarità di presentare delle tribune dalla capienza di circa 4500 posti per il maggiore e di circa 2250 per il minore, dedicati alle partite del campionato femminile e della primavera.

“Unire generi e generazioni”: questo lo slogan del nuovo centro sportivo. Dare pari opportunità a uomini e donne, un messaggio sociale molto importante, e pari opportunità a tutte le annate del settore giovanile viola. Per la posa della prima pietra è ancora presto. L’inizio dei lavori è programmato per settembre del prossimo anno e difficilmente sarà possibile anticiparlo, con l’auspicio di permettere ai giocatori e alle giocatrici viola di allenarsi nel nuovo impianto nel settembre del 2021.

Il sindaco Casini con Rocco Commisso e l’assessore regionale all’Urbanistica Ceccarelli

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY