Il Grassina cade ancora: al Pazzagli la Fortis Juventus passa 3 a...

Il Grassina cade ancora: al Pazzagli la Fortis Juventus passa 3 a 1

Contro i mugellani i rossoverdi incappano nella terza sconfitta consecutiva

1159
0
SHARE

GRASSINA: 1 Paoletti, 2 Khodin, 3 Stella, 4 Bianchi, 5 Conti, 6 Murras, 7 Torrini, 8 Bagnoli, 9 Bruni, 10 Renna, 11 Renai. A disp: 12 Carlucci, 13 Badii, 14 Amoddio, 15 Bencini, 16 Maccari, 17 Spinello, 18 Berti. All: Rocchini Riccardo.

FORTIS JUVENTUS: 1 Giovanniello, 2 Mazzoli, 3 Benvenuti, 4 La Rosa, 5 Fusi, 6 Gurioli, 7 Fedele, 8 Serotti, 9 Innocenti, 10 Mazzoni, 11 Costa. A disp: 12 Berti, 13 Marchi, 14 Maretti, 15 Lenzini, 16 Pelagatti, 17 Aspi, 18 Donattini. All: Calderini Stefano.

ARBITRO: Sig. Arnone Andrea della Sezione di Empoli, coadiuvato dai sigg. Angelini Duccio e Mori Giacomo, entrambi della Sezione di Empoli.

In una giornata fredda ma soleggiata va in scena l’incontro tra Grassina e Fortis Juventus, valido per il campionato di Eccellenza Toscana. I padroni di casa vengono da due sconfitte e devono cercare il riscatto per mantenere la seconda posizione. La compagine di Borgo San Lorenzo invece dopo due pareggi ha bisogno di una vittoria per allontanarsi dalle zone calde.

La gara inizia e fortunatamente le squadre perdono poco tempo a studiarsi, preferendo iniziare fin da subito a ricercare azioni offensive. Nel primo quarto d’ora meglio i rossoverdi, che prima con Bruni e poi con Renai si presentano pericolosi davanti al Giovanniello senza tuttavia trovare la rete.
Beffardamente però sono i mugellani a passare in vantaggio proprio al quarto d’ora di gioco: Innocenti crossa dalla fascia destra e Serotti, assoluto protagonista di giornata, impatta il pallone di testa indirizzandolo sul palo opposto dove Paoletti non può arrivare. Il gol dovrebbe scuotere i padroni di casa che invece quattro minuti dopo combinano un pasticcio in area di rigore, consegnando di fatto il pallone al solito Serotti che da due passi ha vita facile nel siglare la personale doppietta.
Il Grassina accusa il colpo e non riesce a rendersi pericoloso, ricorrendo solo a sporadici tiri dalla distanza che però non centrano mai lo specchio della porta. Addirittura al trentottesimo Mazzoni sfiora il 3 a 0, ma Paoletti tiene a galla la propria squadra con una bella parata. Poco prima dell’intervallo il mugellano Costa, fino a quel momento autore di una buona prestazione, viene espulso per doppia ammonizione, curiosamente entrambe per simulazione. Episodio che ricorda quello avvenuto in un Fiorentina – Napoli di qualche anno fa. Anche in quel caso il viola Cuadrado venne espulso per doppia ammonizione, sempre per simulazione.

Il secondo tempo riparte ma non si nota una particolare cattiveria agonistica da parte del Grassina, che però potrebbe riaprire il match al terzo minuto con una traversa colpita da Bagnoli.
Al minuto numero nove l’indemoniato Serotti sfiora la tripletta, ma il suo tiro esce di poco a lato.
Circa a metà frazione il Grassina prima sfiora il gol con il neontrato Bencini che non sfrutta una respinta corta del portiere e poi lo trova con Bruni che con un tiro preciso e potente non lascia scampo a Giovanniello. Ci si aspetterebbe un finale di gara arrembante, con i rossoverdi alla ricerca del pari. Aspettative che vengono smentite poco prima della mezzora: Bagnoli (fino a quel momento migliore in campo per i padroni di casa) sbaglia un passaggio semplice regalando il pallone agli avversari che con un contropiede da manuale chiudono la gara con il gol di Innocenti.
L’ultimo quarto d’ora di gara offre poche emozioni: un bel tiro al volo da distanza siderale di Lenzini a cui Paoletti risponde con una parata straordinaria, l’allontamento tra le fila ospiti di mister Calderini e l’espulsione di Bruni per doppia ammonizione.
Per ciò che si é visto in campo i mugellani hanno meritato la vittoria giocando una gara ordinata e intelligente, sfruttando al meglio gli errori di un Grassina parso poco concentrato e non sufficientemente cattivo in fase di conclusione. Adesso i rossoverdi vedono scappare il Montevarchi, ormai a +8, e devono guardarsi le spalle da un gruppetto di squadre distanziate da pochissimi punti. Per la Fortis Juventus invece tre punti che danno un po’ di respiro anche se la strada verso la tranquillità é ancora lunga.

Per il Grassina da segnalare la prestazione positiva di Bagnoli, macchiata dall’errore marchiano in occasione del terzo gol ospite. Renna ha dato ancora una volta dimostrazione della classe e della tecnica da categoria superiore, anche se in questa gara é sembrato poco ispirato.
Negli ospiti ovviamente gara straordinaria da parte di Serotti, indubbiamente UomoPartitaDCF, e in generale molto bene Innocenti e Mazzoni.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY