Viabilità ad “uso pubblico” di Impruneta, i Verdi: “La cartografia è sparita...

Viabilità ad “uso pubblico” di Impruneta, i Verdi: “La cartografia è sparita dal sito web, che fine ha fatto?”

147
CONDIVIDI

Che fine ha fatto la cartografia della viabilità di “uso pubblico” del territorio di Impruneta ?
Lo chiedono i Verdi per Impruneta, nel giorno del 15 maggio dedicato a Sant’Isidoro, che oltre ad essere il santo del giorno è anche il nome della località che anni fa fu interessata da una lunga battaglia per evitare che fosse chiuso al pubblico passaggio un tratto della viabilità “ad uso pubblico”, che purtroppo vide il Comune acconsentire alla sua “privatizzazione”.

Il mistero della scomparsa della mappa nasce dal fatto che nonostante la cartografia sia indicata sul sito web del Comune (nella sezione Ambiente e Territorio), quando si prova a consultarla dal link indicato, si viene invece spediti su un sito internet in lingua tedesca per la vendita di prodotti in cotto dell’Impruneta (!!!)

Che c’entra tutto ciò, direte voi; ma soprattutto dove è andata a finire la cartografia delle strade vicinali e comunali ad uso pubblico del territorio imprunetino ?
La domanda non è banale visti i precedenti.
Quando a suo tempo, con titolo un po’ pomposo fu redatta questa “ricognizione tipologica della viabilità extraurbana di uso pubblico” la cartografia venne posta in pubblica visione per eventuali contributi. Però alla sua approvazione, con decreto dirigenziale n.524/2006, non venne data nessuna risposta alle numerose osservazione presentate da cittadini, associazioni e gruppi politici, tra cui i Verdi per Impruneta.
Quando poi la planimetria divenne l’allegato 10.2 del Piano Strutturale (urbanistico) del Comune, i Verdi per Impruneta presentarono nuovamente il loro dossier di osservazioni di 16 pagine, in cui tra l’altro venivano evidenziati anche alcuni errori e incongruenze nella individuazione dei tracciati ad uso pubblico (rispetto ai percorsi individuati negli elenchi prefettizzi della viabilità comunale e vicinale ad uso pubblico), oltre che a segnalare che alcuni dei tratti risultavano pure impedisti all’uso pubblico dalla presenza di recinzioni e cancelli.
In quel caso il Comune di Impruneta, anziché dare una risposta alle osservazioni presentate dai Verdi ai sensi di legge, decise semplicemente di eliminare l’allegata cartografia dagli elaborati del Piano Strutturale: come dire “niente cartografia, niente risposta alle osservazioni”.

Adesso siamo alla fase successiva; anche la mappa della “viabilità ad uso pubblico”, approvata con l’atto dirigenziale, non risulta più consultabile dal sito web comunale. In attesa che il Comune decida di rendere visibile la cartografia che ha approvato sul proprio sito istituzionale, nel frattempo i Verdi per Impruneta, che hanno conservato memoria documentale di quella che era inizialmente allegata al Piano Strutturale (e poi rimossa), la rendono consultabile online su https://ondaverdeimpruneta.wordpress.com/ 

Assieme alla mappa è consultabile anche il dossier di osservazioni presentate dai Verdi per Impruneta per poter effettuare una “lettura commentata” della mappa. Osservazioni alle quali il Comune mai ha dato risposta. Simbolica la scelta del 15 maggio, nel giorno che il calendario dedica a S.Isidoro (contadino), patrono degli agricoltori, al lavoro dei quali è dovuta l’opera di conservazione di tanta parte della viabilità minore delle nostre campagne, ed il fatto che sia stato possibile mantenerla aperta all’uso della comunità. Già negli anni scorsi i Verdi per Impruneta si recarono più volte il 15 maggio al tabernacolo di S.Isidoro portando corone di fiori per invocare la tutela della viabilità ad uso pubblico. Oggi la richiesta di un miracolo un po’ più semplice: fare riapparire la mappa delle strade vicinali e comunali ad uso pubblico misteriosamente scomparsa dal sito web comunale.                                                                                                               

CONDIVIDI
Nato nel 1990, mi sono appassionato alle vicende locali per necessità di lavoro, scoprendo che basta guardarsi intorno per raccogliere spunti di riflessioni e motivi di scrittura. Scrivere, è la mia esigenza. Conoscere la Storia, la mia passione. Vivo ad Antella, "campanilista" quanto basta, vago per il territorio alla ricerca di aneddoti da raccontare. Collaboro con TuscnayPeople e Tele Iride.