Turismo, accolta la mozione dell’assessore Aramini: Impruneta stringe i rapporti con Firenze,...

Turismo, accolta la mozione dell’assessore Aramini: Impruneta stringe i rapporti con Firenze, sarà tra i comuni della “cintura fiorentina”

351
0
SHARE

La vocazione turistica di Impruneta, presente nell’immaginario collettivo degli imprunetini eppur da consolidare e promuovere attraverso una svolta istituzionale, muove un importante passo in ottica futura. E, con tal decisione, si toglie dall’impasse di quella “Terra di Mezzo” nel quale si era confinata: Chianti o Firenze, dove guardare?

Firenze, esclama Impruneta, in un avanzamento verso l’urbe promosso dall’assessore allo sviluppo economico Matteo Aramini che, tuttavia, non significa appartenenza o inno ad un’identità cittadina né tantomeno impossibilità di realizzare progetti o percorsi turistici in simbiosi con i comuni del Chianti. Nel consiglio comunale di ieri, giovedì 8 novembre, Aramini ha presentato una mozione che include Impruneta nella legge regionale 24/2018: “disposizione in materia di turismo, strutture ricettive, locazioni, professioni turistiche”, redatta per creare un coordinamento sui temi di accoglienza e informazione turistica tra i comuni della cintura fiorentina con Firenze, chiaramente, comune capofila.

l’assessore imprunetino Matteo Aramini

Votata all’unanimità da opposizione e maggioranza, per la soddisfazione di Aramini, Impruneta entra dunque a far parte di tale rete volta a promuovere le eccellenze turistiche di ogni area: “Non è una gestione associata – precisa Aramini – bensì un coordinamento tra Firenze ed i Comuni limitrofi, Impruneta compresa. Le qualità del nostro territorio fanno gola anche a Firenze che, in un rapporto di sinergia, potrebbe richiedere alcune eccellenze imprunetine: a tal proposito nel percorso di candidatura di Firenze a “Città Unesco” per l’artigianato Impruneta potrebbe partecipare facendo valere la tradizione delle sue Fornaci e della lavorazione della terracotta. Un rapporto più stretto con Firenze ci permette inoltre di richiamare maggior affluenza turistica, con una consapevolezza: al turista, una volta approdato sul territorio, dobbiamo offrire una valida proposta di attrazioni inserita in un contesto naturalistico ed urbano di decoro.

La convenzione, prima traccia scritta inerente alla gestione turistica, verrà firmata dunque diverrà ufficiale il prossimo 30 novembre.

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY