Tavarnuzze, “riportiamo il mercato in piazza Don Chellini”. La proposta dei...

Tavarnuzze, “riportiamo il mercato in piazza Don Chellini”. La proposta dei 5 Stelle in consiglio comunale: “Rimediamo al pasticcio!”

Il consigliere Patruno si chiede: "Cosa ne pensa oggi il vicesindaco Aramini che, ai tempi delle Primarie, sosteneva la soluzione del mercato in piazza?"

833
CONDIVIDI

Gerardo Patruno, portavoce e consigliere d’opposizione del Movimento 5 Stelle Impruneta, torna su un argomento più volte evidenziato: il mercato di Tavarnuzze ed il suo ritorno in piazza Don Chellini. La tematica sarà affrontata nel prossimo consiglio comunale, giovedì 13 settembre, nei quali i Cinque Stelle porteranno sui tavoli politici la questione al grido di “Rimediamo al pasticcio!!”. Tra l’altro Patruno cita nel seguente comunicato una curiosità – chiamiamola così – risalente ai tempi delle Primarie interne al Partito Democratico: Aramini, allora sfidante del poi confermato Calamandrei ed oggi vicensindaco, sosteneva la causa del ritorno mercatale in Piazza Don Chellini. “Cosa ne penserà oggi?”, si chiedono i Cinque Stelle. Di seguito il comunicato:

Al prossimo consiglio comunale si discuterà sullo spostamento del mercato in piazza Don Chellini di Tavarnuzze, spostamento fondamentale per ridare sucurezza ai cittadini di Via della Repubblica che nel giorno del mercato è carente di un piano di emergenza. Inoltre si potrà avere la possibilità di usufruire dei parcheggi (oltre 50) che verranno liberati con lo spostamento degli stalli. Riteniamo anche inaccettabile che degli  abitanti,su entrambe le vie (via della Repubblica e via della Resistenza) che ospitano attualmente il mercato, debbano pagare delle tasse per un passo carrabile che la mattina del mercato non possono usufruire perché il sindaco gli ha sistematicamente piazzato degli ambulanti davanti.

Oltretutto siamo curiosi di sapere cosa ne pensa il vicesindaco Aramini visto che era anche una sua proposta nella campagna elettorale delle precedenti primarie.
Tutti vogliamo il mercato in piazza, ambulanti cittadini e la legge!

CONDIVIDI
Nato nel 1990, mi sono appassionato alle vicende locali per necessità di lavoro, scoprendo che basta guardarsi intorno per raccogliere spunti di riflessioni e motivi di scrittura. Scrivere, è la mia esigenza. Conoscere la Storia, la mia passione. Vivo ad Antella, "campanilista" quanto basta, vago per il territorio alla ricerca di aneddoti da raccontare. Collaboro con TuscnayPeople e Tele Iride.