“I veri valori dell’amicizia e della memoria”: al CRC Pozzolatico la IX...

“I veri valori dell’amicizia e della memoria”: al CRC Pozzolatico la IX cena nel ricordo di Francesco Russo

Il ricavato sarà devoluto in beneficenza. All'interno dell'articolo anche una bellissima lettera di Gaia, mamma di Lapo, rivolta al giovane staff organizzativo

582
0
SHARE

Sabato 9 Novembre, al CRC Pozzolatico, torna l’appuntamento con la IX cena di beneficenza in memoria del compianto Francesco Russo, ragazzo imprunetino scomparso nel 2011. Impruneta come ha dimostrato in questi anni non dimentica. Anzi, dimostrando ogni volta sensibilità e cuore verso i temi dell’amicizia e della solidarietà, ricorda chi non c’è più attraverso eventi di aggregazione che coinvolgono l’intero paese.

Aperitivo dalle ore 19:00, cena alle 20:00 e ricca lotteria finale con premi che interessano i commercianti imprunetini. La cena costerà 20 euro (5 per i bambini sotto i 12 anni) ed il ricavato, come di consueto, sarà equamente devoluto a tre associazioni del territorio: Gli Amici di Lapo Onlus, Il Villaggio della Speranza e il Comitato Selma. 
Ad organizzare l’inziativa, anche stavolta, i giovani ragazzi di Impruneta coetanei ed amici di Francesco: quest’anno su loro richiesta, condividendone lo spirito sociale e credendo fortemente in tali occasioni di ritrovo e ricordo, a far parte del gruppo organizzativo è entrata anche la giovanissima Linda Quadalti, sorella di Lapo, appena 14enne.
Linda, sorella minore del gruppo, è una “new entry” inattesa e piacevole, che saprà dare un apporto importante all’organizzazione. Per la fierezza di mamma Gaia la quale ha voluto dedicare una piccola lettera ai giovani ragazzi dello Staff per il valore fondamentale che tali iniziative hanno nel preservare la memoria viva di chi non c’è più:


“Quest’anno, i ragazzi che organizzano la cena hanno voluto Linda come parte dello staff, unica piccola del gruppo. Una mascotte teneramente a voler vedere. E sono fiera e felice da madre. Ho ringraziato i ragazzi e…mi son trovata sorpresa e commossa davanti alle parole di uno di loro: “Ciao Gaia, grazie per le stupende parole. Ho, e di conseguenza abbiamo deciso di rendere ancor più partecipe la Lindina per il semplice fatto che è capace di apprezzare quello che stiamo facendo e in lei vedo una luce speciale. E poi diciamocelo, a me la Linda dà una forza che non hai idea.”
Un privilegio, da madre, esser vicino a loro e condividere questa loro realtà. Questi son ragazzi che insegnano i valori veri dell’amicizia ai nostri figli. Han sviluppato nel ricordo di Francesco una rete di solidarietà per altre persone, lo fanno infaticabilmente da anni con tantissime persone sempre presenti alla cena. Lasciano Emozioni forti che si sentono nell’aria a chiare note. Questi ragazzi Vincono nell’amore per Francesco. Tutti così giovani ma così grandi e maturi nei sentimenti. Infaticabili, meravigliosi tutti. Portano inconsapevolmente ad Istruire i cuori al credere, ancora, nell’amore. Placando la forma corrotta di una esistenza così arida a volte. Regalano il rispetto dell’amore “nell’oltre…”  e non si fermano alla materialità , proseguono nell’indissolubilità dell’amore. Sono ragazzi che nel ricordo di Francesco fanno un grande regalo ogni volta a quei genitori che han bisogno di sentirlo vivo. Siamo orfani dei nostri figli, abbandonati alla vita, nel dolore peggiore dell’esistenza umana. E’ cosi che noi genitori andiamo avanti davanti ad un lutto inspiegabile, contro natura, in piccoli pezzi da ricostruire come un puzzle ogni giorno. Qualcuno nelle nostre mani, qualcuno nelle mani di altri. Ritroviamo in loro quei pezzi di cuore, lentamente li ricomponiamo trovando micropezzetti di loro, negli altri. Spero che Linda cresca esattamente sulle orme di tutti questi ragazzi, che le possono insegnare così tanto. Fiera di loro, come solo una madre può essere. Proprio come figli son nel mio cuore, ognuno di loro. E sono grata, al di là dello sviluppo alla solidarietà per cui mettono mattone su mattone ogni anno, principalmente dell’insegnamento che danno a me, ai miei figli. E non smetterò mai di essere debitrice verso di loro per questo grande regalo nell’aver reso partecipe Linda in un mondo che spero possa continuare ad appartenerle per sempre. Amano nel ricordo…e da quel ricordo creano la magia del sostegno a chi ha bisogno…”

 

Per prenotazioni contattare:
Tommaso Giustini 3463531268
Carlotta Giustini 3480488715
Andrea Alagia 3406771379
Daniele Tacchi Damiano 3402456268
Andrea Cioni 3400502474

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY