Festa dell’Uva: regolamento per assegnazione del vincitore e classifica finale

Festa dell’Uva: regolamento per assegnazione del vincitore e classifica finale

1171
0
SHARE

Di seguito il comunicato del presidente della Festa dell’Uva di Impruneta Riccardo Lazzerini:

“Per quanto riguarda l’assegnazione del Vincitore e della classifica per la ‘Novantunesima Festa dell’Uva di Impruneta’, l’Ente fa riferimento al regolamento vigente, tuttavia ne sottolinea alcuni aspetti in modo più esaustivo:

  1. La classifica a ‘carri fermi’, ovvero usufruendo del giudizio della giuria espressa la mattina con carri in ‘assetto di partenza’ (senza effettuare movimentazioni, spostamenti, estensioni in altezza e larghezza, senza figuranti sopra gli stessi) è utilizzata nel momento in cui la sfilata/spettacolo viene interrotta per motivi di sicurezza dall’ingegnere preposto (che può valutare se interrompere definitivamente o temporaneamente la sfilata).
  2. Nel caso in cui la sfilata/spettacolo fosse interrotta definitivamente dall’ingegnere preposto, anche se si dovesse configurare il caso che tre Rioni su quattro potessero usufruire della clemenza del tempo, si procederebbe all’assegnazione della classifica con busta chiusa.
  3. Nel caso sopra descritto, oppure, in casi meteorologici più estremi e continuativi, i Rioni procedono sfilando senza movimentazioni dei carri, passando per piazza Buondelmonti verso piazza Accursio da Bagnolo, in modo da garantire lo spettacolo, seppure in versione ridotta.

Visto e sottoscritto dai quattro Presidenti dei Rioni della Festa dell’Uva di Impruneta”.

 

 

 

SHARE
Previous articleVIDEO-INTERVISTA, così non VAR…
Next articleMassimiliano Ferri si racconta: da atleta a uomo ‘Do’
La Festa dell’Uva all’Impruneta nasce nel 1926 per pubblicizzare i prodotti delle aziende agricole del paese, nasce con modesti mezzi, cioè carri agricoli trainati da buoi di tutte le fattorie dei dintorni. Nel 1932 nascono in paese i Rioni: Pallo’, S.Marie, Fornaci e S.Antonio, subito inizia una spiccata rivalità contradaiola che ancor oggi si nota subito nel costruire carri più belli e più grandi degli altri rioni rivali. Durante la seconda guerra mondiale la festa fu sospesa e riprese con maggior vigore nel 1950; Nel 2003 il comitato Rionale si è sciolto ed è nato l’ENTE FESTA DELL’UVA, di cui oltre ai rioni fa parte anche l’Amministrazione Comunale. Insomma la Festa dell’uva è fatta dagli imprunetini, ma anche da molte persone che vengono anche da fuori per collaborare alla costruzione, si discute, a volte si litiga, ma alla fine tutti insieme prepariamo quella creatura che per ogni rionale è il carro che poi sfilerà in piazza Buondelmonti.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY