Patruno si dimette dal M5S: le parole di Francesco Bianchi, capogruppo CdC

Patruno si dimette dal M5S: le parole di Francesco Bianchi, capogruppo CdC

l'intervento del neo capogruppo del Coraggio di Cambiare

255
0
SHARE
Patruno si dimette dal M5S: le parole di Francesco Bianchi, capogruppo CdC

Patruno si dimette dal M5S: le parole di Francesco Bianchi, capogruppo del Coraggio di Cambiare

La politica di Impruneta ha vissuto in questo ultimo periodo cambiamenti più o meno decisivi per il destino del paese, certamente degni di nota. L’ultima novità, comunicata nella giornata di ieri su Dai Colli Fiorentini, riguarda le dimissioni rassegnate dal consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle di Impruneta Gerardo Patruno (leggi qui la notizia).
Patruno lascerà l’incarico definitivamente formalizzando l’uscita dalle stanze politiche il prossimo 12 novembre, giorno del Consiglio Comunale: il suo posto sarà preso da Leonardo Rossi ed il Movimento Cinque Stelle continuerà, pertanto, ad essere rappresentato.

Di seguito, invece, riportiamo il comunicato stampa del Coraggio di Cambiare, movimento di maggioranza, qui rappresentato in un curioso gioco di incastri dal neo capogruppo Francesco Bianchi – ruolo che ha ereditato da Jonathan Corsani solo poche settimane fa (leggi qui la notizia) – , noto alla politica imprunetina per essere stato il primo consigliere comunale proprio del Movimento Cinque Stelle nella prima legislatura guidata da Alessio Calamandrei. Nel dettaglio:

“Il Coraggio di Cambiare ringrazia il Consigliere Patruno per il lavoro svolto e augura buon lavoro al suo successore Rossi. Ci auguriamo che il confronto sia sempre rispettoso e che vi sia un confronto sui temi anche fatto di proposte e soluzioni e che le posizioni politiche siano sempre chiare e senza fazioni.
La situazione economica locale e la situazione politica nazionale stanno vivendo un momento difficile: questo deve far riflettere per pianificare il futuro facendo comunità e non alimentando l’odio. Ribadiamo a livello politico in modo chiaro la nostra distanza da tutte le forme di intolleranza e violenza verbale o fisica, che fanno velocemente presa e formano gruppi che poco hanno a che vedere con la politica. Riponiamo speranze in un futuro migliore e in scelte condivise utili a tutti i cittadini.”

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY