Una nuova casa per gli sportivi ripolesi, inaugurato il restyling dell’area polivalente...

Una nuova casa per gli sportivi ripolesi, inaugurato il restyling dell’area polivalente alla scuola “Granacci”

Dotata di pista da corsa, campo da tennis, calcio e pallavolo, sarà a disposizione degli studenti e delle associazioni sportive del territorio che potranno utilizzarla anche fuori dall'orario scolastico grazie a una speciale cancellata. Dal Comune investimento di 62mila euro cofinanziato da un bando della Bcc di Pontassieve insieme agli spazi finanziari concessi dal bando “Sport e periferie” del precedente governo

207
CONDIVIDI

Una nuova area all’aperto dove gli studenti potranno trascorrere le ore di educazione fisica sperimentando discipline disparate. E allo stesso tempo, una nuova casa completamente rimessa in sesto per le molte associazioni sportive presenti sul territorio e la comunità giovanile ripolese. Per l’area sportiva polivalente presente all’esterno della scuola media “Francesco Granacci” a Bagno a Ripoli è iniziata una nuova pagina.
Stamani l’inaugurazione del campo, oggetto di un recente restyling per il quale il Comune ha compiuto un investimento di oltre 62mila euro, risorse cofinanziate da un bando per la rigenerazione urbana della Bcc di Pontassieve che ha erogato un contributo di 12mila euro, insieme agli spazi finanziari concessi dal bando “Sport e periferie” del precedente governo. Presente al taglio del nastro, accanto al sindaco Francesco Casini, l’assessore allo sport di Bagno a Ripoli Enrico Minelli, la dirigente dell’Istituto comprensivo “Teresa Mattei” Amalia Bergamasco,gli studenti e il personale scolastico, il parlamentare Luca Lotti, il presidente della Bcc di Pontassieve Matteo Spanò e il direttore generale Francesco Faraoni.

L’area comprende una pista da corsa a quattro corsie lunga 80 metri e un campo di 35 metri per 20 in erba sintetica attrezzato per tennis, calcetto, pallamano e pallavolo. Il campo sarà circondato da una recinzione a maglia sciolta e cancelli di ingresso che lo renderanno utilizzabile anche nei momenti di chiusura della scuola.
“Fino a qualche mese fa – dice il sindaco Casini – alcuni ragazzi, quando la scuola era chiusa, scavalcavano la recinzione della scuola per andare a giocare a calcetto nel campo. Questo intervento di recupero è nato anche pensando a loro. Adesso non dovranno più scavalcare pericolosamente la recinzione per tirare due calci al pallone. Vogliamo anzi coinvolgerli, insieme alla scuola e alle associazioni sportive del territorio, in una gestione condivisa del campo. Un modo in più per fare comunità in un luogo di sport che deve promuovere il gioco di squadra”.

“Un ringraziamento all’amministrazione comunale che ci supporta nella crescita della nostra scuola. In un contesto come il nostro l’ambiente di apprendimento ha un valore educativo e didattico sempre più alto”, dice la dirigente Bergamasco.

“Le inaugurazioni sono sempre belle, a maggior ragione quando avvengono in una scuola, in uno spazio che potrà essere utilizzato anche dai cittadini – dice l’onorevole Luca Lotti -. A me fa piacere di aver creduto e investito, come governo, nelle infrastrutture sportive e nella scuola. Un augurio a questi ragazzi e un plauso a questa amministrazione che ha creduto in questo progetto e ha saputo realizzarlo in tempi brevi”.

“Ci sentiamo una banca vicina al territorio e abbiamo contribuito con grande piacere – dice il presidente della Bcc di Pontassieve Spanò – alla realizzazione di questo impianto per tutta la comunità, con una somma di 12mila euro, l’intervento più significativo nel 2018 in questa realtà. Un modo per contribuire con gli enti locali, l’amministrazione nazionale e le scuole a costruire strutture simili al servizio soprattutto dei ragazzi sul territorio”.

CONDIVIDI
Nato nel 1990, mi sono appassionato alle vicende locali per necessità di lavoro, scoprendo che basta guardarsi intorno per raccogliere spunti di riflessioni e motivi di scrittura. Scrivere, è la mia esigenza. Conoscere la Storia, la mia passione. Vivo ad Antella, "campanilista" quanto basta, vago per il territorio alla ricerca di aneddoti da raccontare. Collaboro con TuscnayPeople e Tele Iride.