Ruspe e terra sul letto del torrente “Grassina”. Fiume tombato? No, ecco...

Ruspe e terra sul letto del torrente “Grassina”. Fiume tombato? No, ecco il perchè dell’intervento…

1616
0
SHARE

Alcuni giorni fa, sul letto del piccolo torrente che dà il nome all’abitato di Grassina, affluente del più prestante Ema, sono apparsi operai, ruspe e mucchi di terra laddove solitamente eravamo abituati a vedervi acqua. Proprio nel punto di ansa del fiume, dove insiste anche una piccola pescaia, all’incrocio tra Via pian di Grassina e Via di Montauto, una striscia di terriccio sovrasta adesso il corso del fiume.
Cos’è? Come mai tale intervento?
Tranquilli, nessun tombamento del Grassina. O, ancor peggio, nessun preparativo per gettarvi cemento e realizzarvi una srada. Il fiume, fortunatamente, sarà preservato.

Come spiegato dal Primo Cittadino Francesco Casini, contattato dalla nostra redazione per avere specifiche in merito, l’intervento in atto è opera del Consorzio di Bonifica ed è volto alla risagomatura degli argini e alla risistemazione del letto del fiume. Eseguito in un momento di scarsa affluenza causato dalla nota siccità, eredità di un’estate torrida, i lavori rafforzeranno gli argini e l’alveo del corso d’acqua: infatti, proprio in quel punto, il fiume stava scavando pericolosamente sotto il muro a retta sulla strada, comportando un rischio di sicurezza. Dunque, nonostante un’operazione apparentemente impattante, non si tratta di tombamento bensì di un ordinario intervento di manutenzione realizzato secondo le normali procedure di ingegneria idraulica, teso a mettere in sicurezza il muricciolo in pietra e salvaguardare tratto di viabilità ed abitato adiacente.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY