Pane Shalom: Unicoop Firenze promuove il “pane della pace”, 15mila euro per...

Pane Shalom: Unicoop Firenze promuove il “pane della pace”, 15mila euro per i progetti in Africa

Il contributo è relativo alle oltre 58 tonnellate di pane venduto nei Coop.Fi nel 2017 e nel 2018. A ottobre a Lokossa in Benin inaugurazione del quarto panificio del progetto

130
CONDIVIDI

 

Sono quasi 60mila, per la precisione 58.856, i kg di pane Shalom venduti da Unicoop Firenze nel biennio 2017/2018, per un totale di14.714 euro che la cooperativa ha devoluto all’omonima associazione per il finanziamento di progetti di sviluppo in Africa. La cifra raccolta, infatti,andrà a sostenere i tre panifici realizzati dal Movimento Shalom in Burkina Faso con il contributo della Fondazione Il Cuore si scioglie. A questi si aggiungerà un altro panificio in Benin, che sarà operativo dallautunno, sempre grazie alla collaborazione fra movimento Movimento Shalom e Fondazione Il Cuore si scioglie onlus.

Il primo panificio, quello di Loumbila, ha consentito di sostenere l’orfanotrofio adiacente in cui sono ospitati cica 200 bambini. Con il secondo, di Fada N’Gourma, è stato possibile costruire un centro di formazione e di avviamento al lavoro. Il terzo panificio in ordine di inaugurazione, quello di Koupela, è stato realizzato insieme ad una scuola materna che accoglie bambini e bambine del luogo e le cui attività sono finanziate grazie ai ricavi dello stesso panificio. Per il quarto, che si trova in Benin, a Lokossa, città che versa in situazioni di estrema povertà, si attende l’autunno per l’inaugurazione. Anche in questo caso l’obiettivo è quello di favorire lo sviluppo della comunità locale attraverso il lavoro e l’autonomia della popolazione. Il ricavato delle vendite del panificio servirà a garantire anche l’autosufficienza di un orfanotrofio che accoglie 40 bambini.

Messo in vendita nel 2011, il Pane Shalom è una baguette intrecciata, con i semi di sesamo, che ha subito riscosso un grande successo fra soci e consumatori. Il suo nome, pane della pace, è il simbolo del riscatto di intere comunità locali. Nato in Burkina, a Loumbila, nel primo panificio realizzato dal Movimento Shalom e Unicoop Firenze, è diventato un prodotto molto richiesto, perché piace molto e si conserva bene. Da lì la diffusione anche nei punti di vendita della cooperativa, con l’impegno a donare parte del ricavato ai progetti di sviluppo dell’associazione Shalom per le popolazioni del Burkina Faso. In questi giorni, a seguito delle vendite del 2017 e del 2018, la cooperativa ha donato al Movimento quasi 15mila euro, mentre il pane Shalom continua ad essere uno dei apprezzati della forneria della cooperativa.

“Anno dopo anno il pane Shalom dona pane e vita a tante persone – dichiara don Andrea, fondatore di Shalom – Ringraziamo le migliaia di persone che acquistando il Pane Shalom contribuiscono ad aiutare tante persone più sfortunate di noi. Ringraziamo anche Unicoop Firenze e la Fondazione Il Cuore si scioglie che ci sono vicine nella speranza che questo pane Shalom continui a essere fonte di solidarietà”.

Il ringraziamento dell’associazione Shalom, di Unicoop Firenze e della Fondazione Il Cuore si scioglie va a tutti i soci e clienti che, acquistando il pane Shalom, hanno contribuito alla realizzazione dei progetti dei panifici in Africa.

CONDIVIDI
"Una finestra su Firenze" è, esattamente, ciò che dichiara il titolo: uno sguardo sulla città dalla periferia collinare che abitiamo e raccontiamo. Non vuole essere una copertura prettamente giornalistica; tramite questo polifunzionale spazio vi condurremmo, un passo alla volta, nelle curiosità fiorentine, vi consiglieremo luoghi, mostre, eventi, attività. Perché pensiamo ne valga la pena, perché così abbiamo deciso.