L’Estate Ripolese valica i confini del capoluogo: da quest’anno eventi anche nelle...

L’Estate Ripolese valica i confini del capoluogo: da quest’anno eventi anche nelle frazioni

Aperta la manifestazione d'interesse del Comune rivolta ad associazioni, enti e gruppi culturali interessati ad essere inseriti nel calendario della kermesse in programma dal 1 giugno al 15 settembre. Per la prima volta con questa edizione gli eventi potranno svolgersi anche all'Oratorio di Santa Caterina, Bigallo, Villa di Lilliano e Fonte della Fata Morgana

253
0
SHARE

Estate sì, ma non solo Ripolese. Il tradizionale calendario di eventi dell’“Estate Ripolese” valica per la prima volta quest’anno i confini del capoluogo per approdare con i suoi appuntamenti a base di musica e spettacoli anche nelle frazioni del territorio. Si è appena aperta la manifestazione d’interesse del Comune rivolta ad associazioni, enti e gruppi culturali interessati ad essere inseriti nella programmazione della kermesse che si svolgerà dal 1 giugno al 15 settembre. E adesso, accanto a piazza della Pace e al giardino dei Ponti, tra le location candidate ad ospitare gli eventi compaiono anche la Fonte della Fata Morgana a Grassina, l’Oratorio di Santa Caterina Ponte a Ema, l’Antico Spedale del Bigallo e la Villa medicea di Lilliano.

I soggetti interessati a co-progettare con l’amministrazione comunale il calendario di eventi devono presentare il loro progetto culturale entro mezzogiorno di lunedì 6 maggio inviando una pec all’indirizzo comune.bagno-a-ripoli@postacert.toscana.it (con oggetto “Manifestazione d’interesse Estate Ripolese 2018. C.a. Dott. Fabio Baldi”) oppure brevi manu in busta chiusa all’Ufficio relazioni con il pubblico negli orari di apertura (lunedì, mercoledì e venerdì ore 8.00 – 13.00; martedì e giovedì ore 8.00 – 12.00, 14.30 – 18.00) con oggetto “Manifestazione d’interesse Estate Ripolese 2018. C.a. Dott. Fabio Baldi”.

La scelta dei progetti da inserire nel programma dell’Estate Ripolese sarà effettuata dall’amministrazione dando preferenza a realtà con sede od operative da almeno due anni sul territorio comunale. Il Comune riconoscerà il solo rimborso per eventuali spese documentabili, e comunque non superiori a euro 500 euro ad evento. Saranno a carico dell’amministrazione l’organizzazione logistica degli eventi, la comunicazione degli stessi, gli oneri Siae.

Tutte le info e la modulistica sul sito del Comune: www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY