Francobolli in cambio di Cd musicali: Bagno a Ripoli aderisce al “Baratto”

Francobolli in cambio di Cd musicali: Bagno a Ripoli aderisce al “Baratto”

Da un'idea di Giancarlo Passarella per recuperare francobolli e promuovere giovani artisti

1524
0
SHARE

Per la serie “Buone Notizie”, ormai più sorprendenti di fatti spiacevoli;
Per la sagra “Storie d’ingegno”, nel quale l’intelletto viene ben usato evolvendosi in genio.
Ecco a voi il “Baratto”, scritto e diretto da Giancarlo Passarella, Pres. dell’Associazione Culturale e Casa Discografica U.d.U Records, Ululati dall’Underground.
Non è un film, bensì un’inventiva atta a promuovere due mondi in difficoltà: universo filatelico (collezionismo francobolli) ed universo discografico (CD). Vivendo, entrambi, criticità di mercato legate al “progresso” tecnologico dunque modaiolo e commerciale, Giancarlo ha pensato bene di metterli in connessione tra di loro, auspicando l’incentivo a non abbandonare né Cd né il collezionismo filatelico.

Come? Con il “Baratto“. Come funziona?
Un vostro francobollo vale un CD di artisti emergenti promossi dalla U.d.U Records.
Bagno a Ripoli, in data 7 Aprile 2016, è stato ufficialmente il primo Comune Italiano ad aderire all’iniziativa denominata “Più musica grazie ai vostri francobolli”: il Sindaco Francesco Casini ha consegnato una busta con francobolli raccolti agli uffici comunali, ricevendo in cambio da Giancarlo Passarella 50 Cd musicali, divenuti patrimonio della biblioteca comunale. Noi abitanti di Bagno a Ripoli, invece, potremmo depositare i nostri francobolli nel box apposito che possiamo trovare in Palazzo Comunale o proprio nella Biblioteca Comunale di Ponte a Niccheri, ricevendo il rispettivo: un bel cd musicale, genere rock magari (o altro, certamente!), di artisti che potrete così imparare a conoscere e, chissà, apprezzare.

Schermata 2016-07-30 alle 16.41.04
il box che trovate in Palazzo Comunale e in Biblioteca

“Una volta era il postino a portare le notizie ed è un ruolo che ha svolto egregiamente per oltre un secolo! – ha dichiarato Giancarlo Passarella – Da qui l’idea di puntare su un brano come ‘Please Mr.Postman’ (interpretato anche dai Beatles) per lanciare questo baratto: non importa se il disco vale 100 volte di più di un francobollo usato, perché la nostra iniziativa non ha fini commerciali, ma apre nuove opportunità alla tanta (e buona) musica non conosciuta e nel contempo riporta la filatelia al ruolo di collante culturale. Le scelte speculative degli ultimi decenni hanno penalizzato il collezionismo filatelico, come quello discografico: giusto pertanto che le due realtà collaborino per costruirsi nuove strade comuni!”

Il progetto era nato come recupero sociale dei detenuti, oltre 400 cd sono stati già regalati tramite questo “Baratto” culturale-artistico ed ora, ormai da qualche mese, è sbarcato a Bagno a Ripoli, dando ai suoi abitanti la possibilità di parteciparvi con un piccolo sforzo, quale opera di riciclaggio francobolli e conoscenza di musica buona ed inedita.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY