“Cittadino Onorario da Oscar”: consegnate ad Alessandro Bertolazzi le Chiavi della Città

“Cittadino Onorario da Oscar”: consegnate ad Alessandro Bertolazzi le Chiavi della Città

Il Sindaco Francesco Casini premia l'oscar per miglior trucco ed acconciatura nel film Suicide Squad

1057
0
SHARE

Questa sera, al Teatro Comunale di Antella, il Sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini ed il giornalista Enrico Zoi, di fronte ad un folto pubblico, hanno accolto e premiato con le “Chiavi della Città” il premio oscar Alessandro Bertolazzi che, sul territorio ripolese, ha risieduto per molti anni assieme alla famiglia. Il riconoscimento, doveroso considerato l’onorificenza di cui è stato insignito, ha due soli precedenti: Feisal Bonciani, cantante ed attore del musical Jesus Christ Superstar e Sergio Forconi, noto interprete della commedia cinematografica toscana.

Dopo Feisal e Sergio, ecco la serata di Alessandro.
L’Oscar, conquistato per miglior trucco ed acconciatura del film Suicide Squad (con Will Smith, Margot Robbie, Jared Leto, Cara Delevingne, Ben Affleck), è lì, luccicante, issato al fianco delle tre poltroncine rosse sulle quali siedono i protagonisti della serata. Suicide Squad scorre sullo sfondo, ne viene passato un frammento, poi si silenzia per prediligere l’ascolto di Alessandro (classe 1958):

“Mi sento fiorentino e ripolese. Anche se ora abito al Galluzzo, qui, a Bagno a Ripoli, sono cresciuto artisticamente, qui abbiamo cresciuto un figlio, Lorenzo. Ancora oggi, mentre sono al volante  per andare a casa, prendo la strada verso Bagno a Ripoli e mia moglie mi dice…ma dove stai andando!”

In formissima, Bertolazzi intrattiene con simpatia, originalità, interloquisce col pubblico, si complimenta per le domande a lui rivolte: “Questo oscar l’ho vinto io, verissimo, hanno detto il mio nome, ma questo risultato è stato possibile anche grazie ad un percorso che ho condiviso con altre persone e determinati luoghi e allora chissà, senza questo mio rapporto col territorio, forse, sarebbe mancato un tassello. Chissà…”

Aneddoti legati al nostro territorio si sprecano e, su tutti, diverte  un piccolo siparietto colto direttamente dal passato: “Quando stavo qui, in zona Osteria Nuova, ci ritrovavamo alla Chiesa di Ruballa con i genitori degli amici di Lorenzo e, una volta, non ci crederete, mi presentarono un ragazzino dicendomi…Alessandro, ti presento il futuro sindaco di Bagno a Ripoli… mi trovai davanti Francesco (indicando l’attuale Primo Cittadino Casini), era lui, anche se un po’ più piccoletto…”.

Ci sarà un seguito di Suicide Squad?Vedremo“‘.
Infine la consegna della targa che, dichiara ironicamente il Sindaco Casini, non si dà a molti, sottolineando la disponibilità e straordinarietà della persona di Alessandro. “Cittadino Onorario da Oscar”, riporta l’effige, accompagnata da un volume di Nano Campeggi, altro personaggio di esportazione ripolese. Foto di rito e, adesso, con tanto di Chiavi della Città, un motivo in più per tornare ad abitare in quel di Bagno a Ripoli. Ad Alessandro Bertolazzi, ancora una volta complimenti.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY