Bagno a Ripoli, Consiglio Comunale aperto: in Piazza della Pace con gli...

Bagno a Ripoli, Consiglio Comunale aperto: in Piazza della Pace con gli studenti di ritorno da Mauthausen

1056
0
SHARE

Martedì 6 Giugno 2017, alle ore 19:45, la serata sarà dedicata al ‘Viaggio Verso Mauthausen’ che alcuni ragazzi delle scuole medie inferiori degli Istituti Comprensivi Teresa Mattei e Antonino Caponnetto hanno compiuto poche settimane fa scorso per visitare gli ex campi di concentramento di Austria, Germania e Italia: sarà un dialogo con gli studenti, dalle persecuzioni della seconda guerra mondiale alle discriminazioni dei nostri giorni. La manifestazione è organizzata dal Consiglio Comunale di Bagno a Ripoli, dai due Istituti Comprensivi, dall’Anpi e dall’Aned e, dopo la Piazza Ubaldino Peruzzi di Antella scelta come location dello scorso anno, stavolta sarà Piazza della Pace, improvvisamente “viva e vegeta”, ad ospitare l’evento di civismo. Nel corso della serata, la nuova Osteria CoccioPesto allestirà un piccolo buffet per deliziare i presenti.

Prima del Consiglio Comunale aperto, seduta ordinaria del consiglio comunale con il seguente ordine del giorno: 1) Lettura ed approvazione verbale seduta consiliare dell’11.5.2017. 2) Comunicazioni del Presidente e del Sindaco (deliberazioni Giunta Comunale n. 24/2017 e 36/2017). 3) Ratifica delibera Giunta Comunale n. 29/2017. 4) Modifica al Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2017/2019. 5) Variazione di bilancio con applicazione avanzo di amministrazione.

“Torniamo in piazza con gli studenti delle nostre scuole, che nel mese di maggio, hanno visitato gli ex campi di concentramento di Austria, Germania e Italia – ha dichiarato il presidente del consiglio comunale Francesco Conti-, e lo facciamo con la convinzione e l’emozione che ci ha lasciato negli occhi e nel cuore l’analoga esperienza dello scorso anno ad Antella: toccare con mano e con lo sguardo di oggi le ferite e le tragedie vissute dall’Europa (e non solo) nel secolo scorso è un’esperienza che si può solo vivere. E invece noi, che non l’abbiamo vissuta direttamente, la vogliamo raccontare ed ascoltare. Desideriamo ancora una volta sapere dalle giovanissime generazioni quale effetto abbia fatto loro andare nei campi di concentramento, camminare negli stessi luoghi dei deportati, respirarne l’aria. E lo vogliamo fare dialogando con loro e attualizzando la memoria con le discriminazioni di oggi, cioè quanto di problematico e negativo ancora purtroppo riscontriamo quotidianamente nel nostro non semplice presente, per trarne energie positive sempre nuove. Auspichiamo dunque una larga partecipazione al consiglio comunale aperto del 6 giugno: che sia davvero una grande occasione per ricordare e meditare sulla nostra storia recente e sul momento che siamo attraversando”.

Portare la memoria, il confronto, la capacità critica ed interpretativa di un ampio ventaglio generazionale – ha aggiunto il sindaco – nei luoghi sensibili e vissuti della nostra comunità: è con questo intento che sosteniamo il progetto per le nostre scuole di Aned sui luoghi della memoria ed è con questo spirito che parteciperemo al consiglio comunale del 6 giugno in piazza della Pace. I ragazzi hanno menti vivaci e aperte e stanno comunque vivendo in un periodo in cui la spensieratezza e la progettualità devono fare drammaticamente i conti con le discriminazioni, con il terrorismo e con i timori che ne derivano. Sarà coinvolgente condividere insieme le loro emozioni e le loro idee, tutte utili a comporre un mosaico di interpretazione e speranza del futuro prossimo. Grazie dunque ad Aned, all’Anpi e alle scuole da parte di tutta l’amministrazione comunale per averci dato questa opportunità. Interveniamo numerosi!”

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY