Bagno a Ripoli, candidati a confronto: “lavoro e sviluppo economico”

Bagno a Ripoli, candidati a confronto: “lavoro e sviluppo economico”

160
CONDIVIDI

Focus sui temi del lavoro e dello sviluppo economico


Sonia Redini
Un’economia circolare è il nostro obiettivo, puntiamo sul rilancio dell’agricoltura, recuperando le zone incolte e abbandonate. Il Comune deve coinvolgere le imprese del territorio per la creazioni di un distretto biologico (esiste a Fiesole, ad esempio) per l’affermazione di un’agricoltura sostenibile e senza l’uso di pesticidi.
Pensiamo all’artigianato come valore fondante del nostro Comune: abbiamo in questo settore già esperienze di botteghe di artigianato e vorremo far circolare e tramandare i saperi attraverso la formazione con i maestri artigiani. La vera sfida è quella di riuscire a creare alle Gualchiere di Remole un polo di arte e artigianato.
Attenzione particolare al turismo, abbiamo visto che a fronte di una crescita nell’area metropolitana a Bagno a Ripoli c’è stata una flessione, dobbiamo valorizzare le nostre bellezze potenziando le possibilità di far conoscere il nostro territorio comunale.

Francesco Casini
Portiamo avanti il concetto di sviluppo sostenibile, sgravi a start-up e nuove aziende così come incentivi e riconoscimenti a botteghe storiche. Siamo orgogliosi di poter vantare sul territorio un forte incremento di aziende che si insediano a Bagno a Ripoli, capaci di resistere nel tempo. Vogliamo stare accanto alle piccole e alle grandi imprese. Prendiamo Fendi come esempio: su questo caso l’amministrazione è riuscita ad avere un risultato incredibile ed un’azienda di caratura mondiale ha deciso di investire qui creando una realtà che porterà occupazione per 500 posti lavoro. Istituiremo un budget annuale per le aziende che assumono i disoccupati del territorio.
Incentivi ad agricoltura e agricoltori e bandi per giovani imprenditori.
Turismo: incentivare insieme a Firenze le visite dei nostri gioielli del territorio, in questa direzione la Firenze Card è un risultato che evidenziamo e che permette ai turisti fiorentini di visitare la fonte della Fata Morgana, il Bigallo e l’oratorio di S. Caterina.

Manuela Ciriello
Sostegno alle aziende, defiscalizzazione e promozione dei mercati contadini. Il Comune deve controllare il sistema di appalti, consapevoli che il lavoro crea sicurezza sociale e che, pertanto, va incentivato.
Garantire la sicurezza sul lavoro

Antonio Matteini
Su Fendi l’amministrazione non ha avuto nessun merito e vediamo inoltre i nostri centri e i nostri paesi morire perchè non sono vissuti lavorativamente, si pensa troppo alle grandi imprese e scarsamente ai piccoli imprenditori. Sostegno ai mercati a km zero e contributi sulla filiera corta, controlli per il riciclaggio e no categorico a nuovi centri commerciali.
Promozione dei mercati e dello svuotacantine per stimolare una cultura del riuso.

Alberto Acanfora
Defiscalizzazione delle attività produttive.
Turismo, Firenze scoppia di turisti mentre Bagno a Ripoli no, ci siamo mai chiesti perchè? Dobbiamo incentivare le strutture ricettive come B&B e agriturismi, non solo i grandi alberghi che già tutti conoscono. Vogliamo creare un ufficio apposito per lavoro e sviluppo economico ed aprire ai mercati cinesi, che producono ricchezza, cosa a cui nessuno ha pensato

CONDIVIDI
Nato nel 1990, mi sono appassionato alle vicende locali per necessità di lavoro, scoprendo che basta guardarsi intorno per raccogliere spunti di riflessioni e motivi di scrittura. Scrivere, è la mia esigenza. Conoscere la Storia, la mia passione. Vivo ad Antella, "campanilista" quanto basta, vago per il territorio alla ricerca di aneddoti da raccontare. Collaboro con TuscnayPeople e Tele Iride.