Attenti a quei due: Tacconi-Castiglione show e l’Antella batte ll Pontassieve

Attenti a quei due: Tacconi-Castiglione show e l’Antella batte ll Pontassieve

1534
0
SHARE

PROMOZIONE, 7° GIORNATA
ANTELLA 99 VS PONTASSIEVE 3-0
TABELLINO e CASSIFICA: www.antellacalcio.it

Alla vigilia del match: graduatoria cortissima, 16 squadre raccolte in 8 punti, Antella terza a quota 10, Pontassieve nel “buglione” di metà classifica ad 8. Nel turno precedente: sconfitta casalinga e bruciante per i bianco-celesti, pareggio a reti inviolate per i blues. Dirige la gara il Sig. Masi di Pontedera.
Tra le fila dell’Antella tornano Castiglione e Tacconi nel reparto d’attacco e, lo dicono i fatti, si vede: neanche il tempo di montare la telecamera per le riprese consuete che Tacconi spizza di testa, Castiglione ci arriva e conduce il contropiede, poi serve perfettamente il n.11 che, a tu per tu con Vestri D., trova il fondo della rete. 1-0, al 3° minuto di gioco. Fulminante, pregevole, da manuale del calcio dei contropiedisti. Attenti a quei due, ne risenteremo parlare…
Il Pontassieve si asciuga dalla doccia gelata e prova ad imporre la propria manovra di gioco: buon possesso, Giannoni e Fantaccini in regia, Labardi si abbassa a prender palla e sventaglia di mancino, Signori e Castri trovano sbocchi laterali: proprio il n. 2, sull’out destro, si lancia in una serpentina sciistica e conclude a rete con un preciso rasoterra, sventato in corner dalle mani di Magnelli. Ancora Ponte, alla mezz’ora, quando un cross dalla destra apparentemente innocuo sfugge dai guanti di Magnelli, finendo sui piedi di Innocenti che, sciaguratamente, spedisce sopra la traversa. I blues giocano meglio in fase di possesso ma, se attaccati, soffrono la velocità degli effettivi offensivi di Mr. Alari.
Ed infatti…l’Antella, compattatasi dietro la linea della palla, è brava in due occasioni a recuperare il possesso sulla propria trequarti, due passaggi in verticale ed è in porta: Merciai per Tacconi per Castiglione che, all’altezza del dischetto, sbaglia il controllo; Merciai per Tacconi, fermato in dubbio offside. Modalità ripartenze ON, la strategia funziona.
La ripresa non porta nuovi consigli, palesando il medesimo spartito: il Ponte alza le percentuali del possesso palla senza mai, tuttavia, trovare la giocata decisiva; di contro, l’Antella attende, si difende e va in campo aperto. Così interpreta il match, così chiude il match. E’ l’84°, Frilli (prova impeccabile insieme al compagno di reparto Berti) spara più lontano possibile un pallone giunto nei pressi della propria area di rigore, in un attimo siamo di là; Labardi ci arriva per primo e tocca malamente per Vestri D., Tacconi instancabile si fionda sul pallone e con un lob ad alto coefficiente di difficoltà beffa il Pontassieve. 2-0 e doppietta per il ricciolo antellese che fa valere, ancora una volta, la regola dell’ex. Match finito? Quasi. C’è ancora spazio per una traversa di Focardi, per il tiro di Giannoni parato in tuffo plastico da Magnelli e per il definitivo 3-0, allo scadere: di nuovo contropiede, al 92° come al 2° minuto, Lanaia per Merciai, al centro per boom-boom Castiglione. Gol. Fuga per la vittoria.
L’Antella, seppur senza esprimere calcio-champagne, soccombe all’assenza di capitan Pestelli ed intepreta al meglio la gara, giocando di rimessa e ferendo l’avversario sul punto debole di una mancata fase difensiva collettiva. Tre gol, tre punti, 13 totali e primato nuovamente conquistato in compartecipazione con la Rufina. Bene così.

 

 

(Cliccate sulle foto per vederle nelle dimensioni originali)

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY