Antella, una iniziativa per dare un calcio alle discriminazioni di genere

Antella, una iniziativa per dare un calcio alle discriminazioni di genere

134
0
SHARE
discriminazioni

Antella, una iniziativa per dare un calcio alle discriminazioni di genere

Ancora oggi molte donne sono costrette a fare i conti con discriminazioni di tipo economico e sociale, dirette o indirette. Una situazione da cui non è immune neanche il mondo dello sport. Se ne parlerà, cercando di delineare insieme alcune proposte, in occasione dell’iniziativa “Sport e discriminazione di genere” che si terrà ad Antella domenica 24 novembre, alla vigilia della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Appuntamento alle 17.30 al Teatro Comunale.

Al confronto parteciperanno importanti figure dello sport al femminile, tra cui Giorgia De Vecchis (calciatrice delle Empoli Ladies), Maria Laura Jo Carrabba (atleta de Le Puma Bisenzio Rugby), Irene Siragusa (velocista della Nazionale italiana Atletica leggera) e Maria Bazzani (fondatrice della scuola di ballo “The dreamers academy”). Parteciperà, inoltre, la giornalista sportiva Gabriella Lescai, mentre per il Comune di Bagno a Ripoli saranno presenti l’assessore alle politiche sociali Eleonora François e l’assessore allo sport Enrico Minelli.

La serata si svolgerà con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli e con la collaborazione dell’Associazione Culturale Archetipo Onlus. A seguito del dibattito è previsto un buffet a offerta libera.

Alla promozione dell’iniziativa hanno contribuito anche molti dei commercianti antellese, mostrando alla clientela e sui social la spilla dell’evento (una scarpa femminile di colore rossa); inoltre il Comitato Vivere all’Antella, per sensibilizzare i compaesani al tema, propongono l’apposizione all’esterno delle botteghe di un drappo (o qualcos’altro) tinto di rosso, colore simbolo della lotta al femminicidio.

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY