Antella, che successo per il “Mercatino dei ragazzi”: ecco quanto è stato...

Antella, che successo per il “Mercatino dei ragazzi”: ecco quanto è stato raccolto dal C.A.L.C.I.T.

335
0
SHARE

Nella giornata di ieri, domenica 6 ottobre, mediana della tre giorni di iniziative ad Antella per il weekend dedicato alla grande Fiera, l’abitato del Peruzzi è stato affollato di curiosi, abitanti, turisti come non si vedeva da tempo. Il tempo mite e soleggiato ha favorito la sorprendente affluenza di pubblico. Le attrazioni e le proposte delle attività commerciali antellesi, anche.

A metà pomeriggio, ai Giardini della Resistenza, si aveva difficoltà a scorgere il verde del prato dall’affollamento di bimbi scorazzanti, genitori, clienti de I’Lanternino.
Al parcheggio dei “Giardini su”, intanto, gli animali dell’Antica Fattoria richiamavano numerosi visitatori. La piazza Ubaldino Peruzzi strabordava di persone grazie alle giostre ed ai giochi salterini per i più piccoli, mentre i più grandi trovavano conforto tra bar, gelaterie e vinaini nei dintorni.
Spostandosi al di là dall’Isone la calca non era da meno: “sotto i viali”, lungo via Dell’Antella, il classico “mercatino dei ragazzi” del Calcit Chianti Fiorentino ha intrattenuto per l’intera giornata con i suoi banchi dell’usato, i ragazzi divertiti trasformati in venditori ambulanti, i curiosi alla ricerca di pezzi vintage e prodotti rari. Come informa il Calcit, il mercatino di Antella ha raggiunto una quota record di 22.400 euro, fondi che saranno investiti per il miglioramento dei servizi erogati dall’associazione Comitato Autonomo Per la Lotta Contro i Tumori. Un grande risultato! 

“Grazie a tutti i partecipanti che hanno contribuito a questo risultato e ai volontari per l’organizzazione di un evento così importante e impegnativo.”

Ricordiamo che ognuno può contribuire, nell’ottica del recupero e del riuso, a rifornire il mercatino permanente del Calcit Chianti Fiorentino, allestito nella sede di Grassina in piazza Umberto I, nella sala e nei magazzini Wanda: se avete materiale che non usate più ma ancora buono e che può servire ad altri, basterà recarsi al Calcit e lasciare il materiale. Per info e contatti riportiamo l’immagine seguente:

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY