Per Babbo, atto terzo

Per Babbo, atto terzo

467
0
SHARE

“Ehi babbo, tranquillo, è andata bene anche quest’anno.”

Non potevano che aprire con le parole di Mirko Sulli per raccontare la splendida serata vissuta ieri sera Da I’Dolio per ricordare Stefano, scomparso nell’estate 2016 all’età di 58 anni.

Il risultato raggiunto? Enorme, mai così prima di questa edizione: sia dal punto di vista delle presenze, sia dal puntondi vista della beneficenza con i 1240 euro raccolti che verranno donati in memoria del Sullone all’Associazione Calcit Chianti Fiorentino!

Questo il messaggio dello stesso Mirko condiviso sul proprio profilo Facebook

E anche la terza edizione se ne va…
E come tutti gli anni arriva il momento dei ringraziamenti.. e che ringraziamenti!!!!
130 persone che hanno deciso di passare un venerdì in ricordo di babbo, che hanno deciso di contribuire a questa cena che ogni volta riesce a colpirmi e a farmi rimanere senza fiato…
GRAZIE
Grazie al mio splendido gruppo di amici (tanti e legati per motivi così diversi), che c’era in quel maledetto giorno di fine giugno e che ancora oggi è qui al mio fianco. Sempre e senza se e senza ma.
Grazie agli amici del Da i’ Dolio. Come sia possibile non lo so, ma ogni anno siete sempre migliori!
Grazie ai miei colleghi-amici di CNA Firenze che numerosi sono venuti e per questo mi hanno strappato un enorme sorriso.
Grazie al gruppo del PD di Bagno a Ripoli che ancora una volta era lì così numeroso!!
Grazie al gruppo del Calcit Chianti Fiorentino per il sostegno e spero che questa cena possa essere stata un bel momento anche per loro!
Grazie alla mia famiglia
Grazie a tutti!!!

SHARE
Previous article“Cattive Azioni”, la CENA CON DELITTO che si terrà ad Impruneta!
Next articleIn un tripudio di bandiere
Nato a Bagno a Ripoli il 20 Ottobre 1994, amante del calcio in tutte le sue sfumature, ho passato buona parte della mia vita sui campi della Toscana a smistare palloni, e a prendere qualche salutare pedata. Una carriera scolastica eterogenea, iniziata come geometra ed evoluta come studente di scienze politiche della facoltà di Firenze. Nella vita poche cose sono certe ma su una vado sul sicuro, ho passato più ore a giocare a calcio che sui libri. Col tempo ho coltivato la passione per il giornalismo, lavorando nella redazione sportiva dell'emittente televisiva di Italia 7.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY