Impruneta Running, lo sport come soluzione: la 5° edizione tra agonismo e...

Impruneta Running, lo sport come soluzione: la 5° edizione tra agonismo e condivisione (fotogallery)

343
CONDIVIDI

Si è svolta ieri la 5° edizione della manifestazione sportiva Impruneta Running, notturna tra asfalto e terra, corsa competitiva di dieci chilometri tra i sali e scendi del paesello. Con vista costante sul campanile della Basilica di S. Maria. Un’occasione di affermare lo sport come valore sociale, capace di aggregare e creare empatia, consolidando la metafora del percorso che ci si para davanti, da affrontare un passo alla volta, che sia per pochi chilometri o per una vita intera.

Prima dello “start”, come di consueto sparato in Piazza Buondelmonti allo scoccare delle ore 20, il presidente di Impruneta Running Lara Fabbrizzi ha dato il benvenuto ai numerosi corridori e passato la parola all’assessore imprunetino allo sport Sabrina Merenda. Con lei, sul palco, anche due genitori colpiti da drammi personali, da raccontare affinché si sensibilizzi e non si dimentichi: Luigi Ciatti, padre di Niccolò e Roberta, la madre di Nicol Fantoni, portata via in età adolescenziale da quel mostro chiamato anoressia.
Fuori dal campo e dalla competizione, l’assessore Merenda sta conducendo una gara prestigiosa e preziosa, affiancando a rassegne sportive campagne di sensibilizzazione e profondi messaggi sociali: “Lo sport come soluzione, addirittura come salvezza, non solo per l’aspetto atletico che concerne alla salute ma, anche, come possibilità di condividere e lasciarsi andare”.

Dunque una corsa, quella di Impruneta Running, che si eleva ad un urlo verso la giustizia nel nome di Niccolò Ciatti. Ed una camminata che diventa leggiadra come una farfalla, nel segno di Nicole. Ricordando, riflettendo.

La gara competitiva, lungo il percorso di dieci chilometri designato tra asfalto e terra imprunetini, ha visto trionfare un indisturbato e velocissimo Filippo Bianchi.
Nucera Giovanni secondo classificato, Caviglioli Cosimo terzo, Tozzi Federico quarto e Luca Morandini quinto.
Per la categoria donne, invece, grande risultato per Chiaramonti Laura, prima al femminile e settima assoluta; seconda e terza rispettivamente Pucci Ambra e Madhi Drilona.

Così, sulla propria pagina facebook, ha commentato la serata l’associazione organizzatrice Impruneta Running:

Un grazie di ❤️a tutti i podisti che ieri hanno sfidato #asfaltoeterraall’Impruneta con un caldo anomalo…ci dispiace se qualcosa è andato storto, soprattutto per non aver pensato a doppio rifornimento…però vi abbiamo visti felici e stremati, noi abbiamo fatto il possibile per rendervi la gara più bella di sempre…Grazie a voi!
Ma ieri sera la nostra gara in Notturna ha voluto lanciare un messaggio sociale …emozionante il pre-gara con la Famiglia Ciatti e Roberta Fantoni… Grazie infinito per il coraggio che avete trasmesso. Grazie all’ assessore Sabrina Merenda per aver dato un ” tocco” sociale alla nostra gara…lo sport contro ogni tipo di violenza e non dimentichiamoci di ringraziare il Comune d’ Impruneta…per la disponibilità di gestire e mobilitare un intero paese…che non è poco. Ai nostri sponsor: Tuttauto, Fattoria di Uggiano, Chianti Olearia, M.I.T.A.L e alla New Balance ; a Fisiolab e all’erboristeria Biancospino per i bellissimi premi ai vincitori.
Al forno Zini per il buffet finale e infine ma non perché siano meno importanti ai volontari della squadra e del paese: un ringraziamento doveroso è per don Alessandro e il gruppo del Grest per averci messo a disposizione tavoli e sedie…alle instancabili mamme dell’ associazione genitori Istituto comprensivo Primo Levi ❤️; ad Alessandro Parcossi per le foto… sei uno di noi .. e a tutti NOI che abbiamo reso possibile questa serata…soprattutto a Lara e a Gabriele.”

CONDIVIDI
Nato nel 1990, mi sono appassionato alle vicende locali per necessità di lavoro, scoprendo che basta guardarsi intorno per raccogliere spunti di riflessioni e motivi di scrittura. Scrivere, è la mia esigenza. Conoscere la Storia, la mia passione. Vivo ad Antella, "campanilista" quanto basta, vago per il territorio alla ricerca di aneddoti da raccontare. Collaboro con TuscnayPeople e Tele Iride.