Impruneta: quattro rioni per quattro cene di solidarietà

Impruneta: quattro rioni per quattro cene di solidarietà

797
CONDIVIDI

Il presidente dell’Ente Riccardo Lazzerini presenta quattro eventi solidali organizzati nel mese di settembre dai quattro rioni imprunetini: occasione per promuovere aggregazione, la memoria di chi non c’è più e sostenere una causa benefica:

“… perché la Festa dell’Uva di Impruneta non è soltanto quel meraviglioso spettacolo che avviene l’ultima domenica di settembre (salvo rinvio per mal tempo!) ma anche tanta solidarietà; i Rioni sono “incubatori” di tolleranza, condivisione e vere e proprie scuole dello stare insieme.
Come ogni anno, anche il 2018 vedrà i quattro Rioni impegnati nella rappresentazione reale di quattro eventi vocati alla solidarietà:

– Rione del Sant’Antonio
13 settembre cena in memoria di Francesco Giani

– Rione del Pallo’, 17 settembre cena per “Gli Amici di Lapo”

– Rione delle Sante Marie
18 settembre cena in memoria di Francesco Russo e Bruno Rustioni

– Rione delle Fornaci
19 settembre cena per l’associazione “L’amore di Matteo”

CONDIVIDI
La Festa dell’Uva all’Impruneta nasce nel 1926 per pubblicizzare i prodotti delle aziende agricole del paese, nasce con modesti mezzi, cioè carri agricoli trainati da buoi di tutte le fattorie dei dintorni. Nel 1932 nascono in paese i Rioni: Pallo’, S.Marie, Fornaci e S.Antonio, subito inizia una spiccata rivalità contradaiola che ancor oggi si nota subito nel costruire carri più belli e più grandi degli altri rioni rivali. Durante la seconda guerra mondiale la festa fu sospesa e riprese con maggior vigore nel 1950; Nel 2003 il comitato Rionale si è sciolto ed è nato l’ENTE FESTA DELL’UVA, di cui oltre ai rioni fa parte anche l’Amministrazione Comunale. Insomma la Festa dell’uva è fatta dagli imprunetini, ma anche da molte persone che vengono anche da fuori per collaborare alla costruzione, si discute, a volte si litiga, ma alla fine tutti insieme prepariamo quella creatura che per ogni rionale è il carro che poi sfilerà in piazza Buondelmonti.