Impruneta e Bagno a Ripoli: un Dicembre tra le ricchezze artistiche con...

Impruneta e Bagno a Ripoli: un Dicembre tra le ricchezze artistiche con il Sistema Museale del Chianti e Valdarno fiorentino

Tra le varie iniziative anche una doppia mostra in ricordo dell'alluvione del 1966 a San Casciano

SHARE

Il Sistema Museale del Chianti e del Valdarno Fiorentino, in collaborazione con Associazioni locali quali ad esempio gli Amici del Museo di Impruneta e San Casciano V.P. “Marcello Possenti” organizza per il mese di Dicembre una serie di attività volte alla promozione dei luoghi d’interesse storico-artistico-culturale dei nostri territori.
Tra queste:

Giornate delle Famiglie, 3-18 dicembre
Come ogni anno si propongono attività per bambini accompagnati dai genitori nei principali musei della rete. Come si può leggere nel volantino sottostante, i Comuni interessati dal progetto sono San Casciano Val di Pesa (domenica 4 Dicembre, Sabato 17),  Bagno a Ripoli (Sabato 10), Figline e Incisa Valdarno (Giovedì 8, Sabato 17), Greve in Chianti (Sabato 17), Impruneta (Sabato 3), Reggello (Domenica 18).
Inaugura la Giornata delle Famiglie Impruneta, Sabato 3 Dicembre, alle ore 16:00: qui, nel Museo del Tesoro della Basilica di Santa Maria (Piazza Buondelmonti), a cura dell’Ass. Amici del Museo di Impruneta e San casciano “M. Possenti”, i bambini verranno guidati alla realizzazione manuale di un piccolo libro con legatura sul modello giapponese e decorazione della copertina ispirata alla collezione dei codici miniati esposti al museo del Tesoro. Pertanto stili diversi, apprendimento teorico, scoperta di tradizioni e mondi antichi che, assieme all’atto pratico del “fare”, sapranno coinvolgere piccoli e grandi!
Ricordiamo inoltre che il Museo del Tesoro è stato riaperto grazie al sostegno concreto della Pro Loco di Impruneta ed ospita il laboratorio “Libri d’Artista”.
Per informazioni e possibili prenotazioni: Rebecca Serchi 3384959390 o rebeccaserchi@gmail.com

Rimanendo nei territori trattati da DCFnews, la Giornata delle Famiglie farà tappa anche al gioiello ripolese per eccellenza: l’Oratorio di Santa Caterina, in Via del Carota.
Qui, Sabato 10 Dicembre, alle ore 16:00, a cura dell’Ass. Amici del Museo di Impruneta e San Casciano “M.Possenti”, Francesca Goggioli accompagnerà bambini e genitori tra i suggestivi affreschi di Spinello Aretino. Titolo della giornata: “Inventiamo delle storie!“, maniera coinvolgente ed interattiva di vivere il pregevole spazio artistico, diventando i ragazzi stessi autori di una loro narrazione tramite il disegno.
Per ulteriori info e prenotazioni: Francesca Goggioli 3333026164 o francescagoggioli@hotmail.it

15202673_1223983077666787_7021962839797680621_n

 

Impruneta. Un paese di tesori nascosti, 10 dicembre ore 15.30
Restando in terra imprunetina, un’altra occasione di conoscenza e approfondimento, sarà offerta alla popolazione da un tour tra le ricchezze storico-artistiche del paese, a cura dell’Ass. Amici del Mus15267504_1221913404540421_5411136990799567317_neo di Impruneta e San Casciano “M. Possenti”, Sistema Museale del Chianti e del Valdarno Fiorentino, Comune di Impruneta e Pro Loco di Impruneta.
1° tappa: partenza prevista dal Museo del Tesoro della Basilica di Santa Maria, alle 15:30, dove Alice Chios
trini vi guiderà attraverso “I codici Miniati” conservati nel Museo.
2° Tappa: ore 16:30 alla Biblioteca Comunale, Nicoletta Matteuzzi, Coordinatrice Scientifica del Sistema Museale del Chianti e del Valdarno Fiorentino, presenterà “I frammenti del pulpito dell’Antica Pieve di Santa Maria all’Impruneta”. A seguire, Mèsi Bartoli, sempre alla Biblioteca Comunale, introdurrà lo studio “la Pieve dell’Impruneta e la famiglia Buondelmonti attraverso documenti inediti”

A conclusione delle conferenze sarà offerto un piccolo rinfresco.

In ricordo dell’Alluvione, Museo Ghelli di San Casciano, inaugurazione 11 dicembre ore 16
Infine, due mostre dedicate all’alluvione e al restauro. “Firenze 1966. I giorni del disastro”: un’esposizione di fotografie scattate da Giorgio Birelli.
“Anche prima dell’Alluvione. L’attività di restauro di Vittorio Granchi per San Casciano”: mostra sui restauri di alcune opere di arte sacra realizzati da Vittorio Granchi, uno dei protagonisti dei restauri del post-alluvione, che si occupò in particolare della Croce di Cimabue.

 

SHARE
Previous article“La lettera d’amore” di Cathleen Schine
Next articleBagno a Ripoli:”par condicio” al contrario nelle illuminazioni natalizie!
La nostra Associazione è nata semplicemente con l’idea di “far qualcosa” per i Musei di Impruneta e S. Casciano. E’ nata dal notaio il 17 marzo 2006 con 4 soci fondatori presenti, tutti del Lions Club Firenze Impruneta S. Casciano: Bernardo Ciabattoni, Tiberio Corsi, Maria Pratesi e Alberto Tanini. Come scrisse Cristina Acidini nel suo intervento del 2005 al 1° Convegno Nazionale a Lucca per la Valorizzazione dei beni Culturali e Promozione del territorio “valorizzazione è tutto:un museo fa valorizzazione del proprio patrimonio quando organizza una grande mostra, quando presenta un grande restauro, ma anche quando semplicemente tira fuori un restauro o dai depositi o da una posizione defilata ed intorno ad esso, come fosse un ospite d’onore, costruisce un’occasione di approfondimento”. Per noi la valorizzazione si è manifestata con attività di Didattica sempre più ricca e sempre in più Comuni del Chianti e del Valdarno, con restauri di opere presenti sul territorio, con pubblicazioni, mostre e conferenze. Abbiamo imparato, col tempo, ad allargare la cerchia dei soci e dei simpatizzanti, a stabilire contatti con le Amministrazioni e Sponsors e infine a raccogliere fondi per realizzare i restauri. La recente mostra alla Fornace Agresti ha permesso di tirar fuori dai depositi mentali di ognuno la storia del castello di Montebuoni. E l’occasione di approfondire la storia dei Buondelmonti, della loro presenza sul territorio e a Firenze attraverso ricerche e documenti del nostro Archivio Storico. Per il 2016 abbiamo molti progetti e cominciamo a febbraio con il libretto “Museo e comunità” e poi una serie di conferenze da tenersi nei castelli Buondelmonti della Val di Pesa in autunno e la partecipazione al convegno ICOM di luglio a Milano e altri da sviluppare in collaborazione con le scuole.

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY