Emozioni senza fine al Lapenta: il Belmonte vince in rimonta 4-3 sul...

Emozioni senza fine al Lapenta: il Belmonte vince in rimonta 4-3 sul Cubino

449
0
SHARE

COPPA TOSCANA – PRIMA CATEGORIA
FC CUBINO vs ASD BELMONTE AG 3-4
Marcatori: Tacchi (Cub), Marzoli (Cub), Poggi (Bel), Bini (Cub), Bardazzi (Bel), Mucilli (Bel), Pierattini (Bel)
Formazioni:

FC CUBINO: 1 Cosentino, 2 Baccani, 3 Bresci Simone, 4 Bresci Lorenzo, 5 Ulivi, 6 Tacchi, 7 De vincentis,8 Lami, 9 Schenone, 10 Marzoli, 11 Geri. A dsiposizione: 12 Maltagliati, 13 Donnini, 14 Gentilucci, 15 Lanini, 16 Pollini, 17 Ruggiero, 18 Cantini, 19 Bini, 20 Goretti. Allenatore Bonciani

ASD BELMONTE A.G.: 1 Gianni, 2 Conti, 3 Francioni, 4 Piccini, 5 Fusi, 6 Magli, 7 Dilaghi, 8 Matteini, 9 Iacopozzi, 10 Pierattini, 11 Mucilli. A disposizione: 12 Mariotti, 13 Cecconi, 14 Guasti, 15 Bartolini, 16 Benini, 17 Zoppi, 19 Bardazzi, 20 Poggi. Allenatore Coppini

Spira aria di derby al Lapenta di Campo di Marte dove riparte la stagione agonistica di Cubino e Belmonte. Un derby dicevamo, vista la provenienza del Cubino, squadra che ha tirato i primi calci a I Ponti di Bagno a Ripoli prima di spostarsi all’Affrico, dalla forte rivalità nata sui campi di Terza Vategoria prima, e di Seconda Categoria poi. Ma andiamo a scoprire le formazioni schierate dai due tecnici: a differenza dell’amichevole contro l’Audace Legnaia, Bonciani lancia dal primo minuto Marzoli in coppia con Schenone (autore di una doppietta nel testmatch di settimana scorsa), per un tandem d’attacco tanto fisico quanto tecnico, con Geri a ispirare sulla trequarti; dall’altra parte mr. Coppini riparte dal 4.3.3 inserendo dal primo minuto l’ex Juniores Regionali Elite Piccini nella linea mediana biancorossa, il “canterano” Iacopozzi guida l’attacco con Mucilli e Dilaghi ai suoi lati.

Parte forte il Belmonte, cross arcuato di Mucilli sul secondo palo sul quale l’ex Grassina Piccini non ci arriva per questione di centimetri. Rammarico per i numerosi tifosi biancorossi arrivati allo stadio di Campo di Marte pronti a gioire per il primo gol ufficiale del nuovo acquisto. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere, lancio lungo per Schenone che resiste al contrasto spalla contro spalla del centrale biancorosso, vede l’uscita alla disperata del portiere e tenta di superarlo in acrobazia: palla che sfila sul fondo con il centravanti di casa che rimane contuso a terra per il forte impatto con Gianni al limite, dell’area e della regolarità. Ancora Piccini: resiste ad una carica, appoggia per Pierattini che ai venti metri  serve Dilaghi con un passaggio illuminante. Il numero 7 manca l’impatto con la sfera. A metà di prima frazione grande occasione per i gialloblu: Marzoli si libera sulla trequarti, Schenone fugge alla marcatura di Magli scattando sul filo del fuorigioco e il numero dieci lo pesca in profondità, arriva a tu per tu con Gianni, lo salta con una finta e conclude a porta ormai sguarnita…

Provvidenziale il rientro di Magli che s’immola con la schiena sulla conclusione a rete di Schenone che già assaporava la gioia per il gol. Il vantaggio è nell’aria e arriva poco dopo: cross dalla sinistra e incornata vincente di Tacchi, inserimento con i tempi giusti del centrocampista gialloblu che batte l’estremo difensore ospite. Il Belmonte sembra aver accusato il colpo e non riesce a rendersi più pericoloso dalle parti di Cosentino attraverso azioni manovrate come nella prima parte di primo tempo. Ci pensa Guasti a scuotere il Lapenta: terzo tempo perfetto del neo entrato che su situazione di calcio d’angolo svetta più in alto di tutti ma non inquadra la porta. Prima palla toccata per il centrale biancorosso entrato poco prima del corner al posto di Magli, uscito per infortunio. Il Belmonte alza notevolmente il baricentro sbilanciandosi in avanti e lasciando il spazi per le ripartenze del Cubino, come al 40esimo quando Marzoli si lancia in campo aperto verso la porta biancorossa, Intervento prodigioso di Gianni che ipnotizza il numero dieci e gli sradica la palla dai piedi. Graziato il Belmonte con la retroguardia biancorossa in grave difficoltà nel leggere i tagli in profondità del tandem offensivo composto da Schenone e Marzoli.

Nella ripresa la musica non cambia e all’ottavo arriva il secondo gol della giornata con Marzoli: rete da fuori classe per il fantasista del Cubino che salta Gianni e da fondo campo trova il raddoppio appoggiando delicatamente la palla in rete con un colpo da biliardo. Con il doppio passivo Coppini rivoluziona il suo reparto d’attacco inserendo Poggi e Bardazzi al posto di Dilaghi e Iacopozzi e, a cavallo dell’ora di gioco, prorpio Poggi propizia due occasioni da rete: una per Matteini che spara alto da pochi metri dentro l’area, e nell’altra si mette in proprio con una conclusione di sinistro fuori di mezzo metro. Qualcosa è cambiato nell’atteggiamento dei biancorossi, il doppio svantaggio ha risvegliato i giocatori in campo, chiamati ad una prova d’orgoglio, e i nuovi entrati (anche Cecconi sull’out sinistro per Conti e Benini al posto di uno stremato Piccini) sembrano aver avuto un ottimo approccio al match. A venti minuti dalla fine Poggi la riapre: azione avvolgente del Belmonte, traversone da destra troppo lungo, controcross da sinistra e Poggi di testa insacca il gol dell’1-2! Ma è una gioia effimera… Neanche il tempo di ricomporsi che i padroni di casa riportano il risultato sul doppio vantaggio: Tacchi si libera sulla trequarti di due uomini e apre per Bini che ad ampie falcate si presente all all’appuntanento con Gianni. Tiro deciso che non da scampo al portiere biancorsso. Esultanza sotto il curvino gialloblu per allontanare la paura per un possibile recupero del Belmonte. Al 75esimo, quando i giochi sembravano ormai chiusi, Bardazzi riaccende le speranze di rimonta con un siluro a pelo d’erba che passa tra una selva di gambe che gonfia la rete: 3 a 2! Torna a cantare la torcida biancorossa!

L’inerzia della gara si è invertita, ora il Belmonte sta assediando il fortino custodito da Costantino e dai suoi compagni gialloblu. Mucilliii 3 a 3 incredibile! Partito al limite del fuorigioco il numero 11 trova la zampata del pari: sventagliata dalle retrovie a scavalcare la linea difensiva del Cubino e tocco sotto ad eludere l’intervento del portiere! Proteste, fondate, dei padroni di casa che reclamano per una posizione di offside non ravvisata dal giovane direttore di gara. Il Cubino è alle corde. La partita è di nuovo in equilibrio, i padroni di casa sembrano essere in difficoltà dal punto di vista mentale, la rimonta subita dopo esser stati due volte sul doppio vantaggio ha scaricato i giocatori di Bonciani che erano apparsi in totale controllo del match. Su un calcio d’angolo per il Cubino avviene l’incredibile: ripartenza del Belmonte e fallo su Bardazzi che salta un primo avversario prima di essere atterrato irregolarmente in area… Rigore! Proteste furibonde dei padroni di casa per un contatto  ravvisato dal direttore di gara ai danni di un giocatore gialloblu prima di dare il via alla ripartenza del Belmonte. All’ultimo minuto Pierattini ha la possibilità di ribaltare l’esito della sfida. Rincorsa lunga del numero 10, destro a incrociare, Cosentino intuisce ma non riesce a toglierlo dallo specchio! 3-4! Pazzesco!

Pierattini corre ad esultare da Dilaghi senior con in sottofondo le proteste del Cubino, che si sente defraudato da una direzione di gara tutt’altro che inappuntabile. Si chiude così la cronaca dal Lapenta, un inizio di stagione indimenticabile condito da sette gol (di cui sei concentrati nella ripresa), se il buongiorno si vede dal mattino, questa sarà una grande stagione di calcio dilettantistico! Rammarico per il Cubino, che dopo esser stato in controllo del match per 70 minuti esce sconfitto dall’esordio casalingo, l’occasione per il riscatto si presenterà domenica sull’ostico campo del Pelago nella gara che concluderà il cammino dei gialloblu nel trinagolare di Coppa. Può festeggiare Coppini per la reazione avuta dai suoi giocatori, dopo un primo tempo tragico abbiamo rivisto il Belmonte frizzante della stagione passata.

Nella giornata seguiranno altri contenuti esclusivi firmati DCFnews come il video del penalty di Pierattini insieme ad una ricca fotogallery

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY