Il derby del Chianti si tinge di biancoverde! Galli e Paoletti fanno sognare l’Atletico Impruneta

260
CONDIVIDI

Dopo due sconfitte consecutive con il minimo scarto contro Certaldo e Ponte Rondinella Marzocco che le erano costate anche la quarta posizione in classifica a favore della Settignenese, l’Atletico Impruneta era chiamato a dare un segno di ripresa, di meritare un posto nei playoff. Gli undici risultati utili consecutivi impreziositi da sette vittorie consecutive avevano permesso ai ragazzi di Perini di ribaltare completamente la classifica, dall’incubo playout alle vette più alte del Girone C. Come detto, dopo il doppio passo falso il derby contro la Grevigiana rischiava di essere una delle ultime occasioni per rigenerare mentalmente la squadra biancoverde, per dare quell’ingniezione di fiducia nel motore dell’Atletico Impruneta in vista del rush finale.

Ebbene un segnale è arrivato, o meglio, due: il primo lanciato da Galli, il secondo da Paoletti.
Uno zero a due che sta pure stretto all’armata biancoverde, visto che i padroni di casa devono ringraziare il proprio estremo difensore Innocenti se il fortino è stato violato in sole due circostanze, neutralizzando numerosi tentativi a rete dellacoppia Vanni-Paoletti.
Poco o nulla ha potuto quando, sugli sviluppi di calcio d’angolo, Galli svetta più in alto di tutti all’altezza del primo palo e quando, all’ora di gioco, Paoletti si smarca dal proprio uomo e con un pregevole destro al volo a incrociare trasforma in rete il cross di un compagno.
Al momento del triplice fischio finale può esplodere la gioia di giocatori e staff tecnico nella pancia del Franchi di Greve in Chianti. Canti, cori e l’immancabile ritornello di Strump di Federico Scavo (il quale ha ricondiviso il video girato all’interno dello spogliatoio), colonna sonora dei successi di questa stagione, per un vittoria che deve servire da stimolo per il prossimo impegno, molto più impegnativo dal punto di vista tecnico: contro l’Ideal Club Incisa, seconda in classifica a due punti dal Certaldo, allo Stadio dei Pini. Fermare il club del Valdarno è fondamentale per non rischiare di incappare nella trappola della forbice che non permetterebbe di disputare il mini-torneo di fine stagione per conquistare la Promozione.

Ma non è finita qui, detto della prima squadra merita qualcosa di più di una semplice menzione quanto accaduto anche nel settore giovanile biancoverde. Un weekend momorabile grazie all‘en plain di successi iniziato con la vittoria di sabato pomeriggio degli Allievi sul Cerbaia e proseguito il giorno successivo con i trionfi degli Allievi B sul Montespertoli e appunto dei “grandi” nel derby chiantigiano. Tripletta che non si registrava da tanto tempo e che è frutto di un processo di crescita all’interno di un progetto ambizioso della famiglia Ameli che investe non solo la prima squadra ma anche il settore giovanile.

CONDIVIDI
Nato a Bagno a Ripoli il 20 Ottobre 1994, amante del calcio in tutte le sue sfumature, ho passato buona parte della mia vita sui campi della Toscana a smistare palloni, e a prendere qualche salutare pedata. Una carriera scolastica eterogenea, iniziata come geometra ed evoluta come studente di scienze politiche della facoltà di Firenze. Nella vita poche cose sono certe ma su una vado sul sicuro, ho passato più ore a giocare a calcio che sui libri. Col tempo ho coltivato la passione per il giornalismo, lavorando nella redazione sportiva dell'emittente televisiva di Italia 7.