Basket, con Impruneta sembra di stare in NBA: 90 segnati in trasferta...

Basket, con Impruneta sembra di stare in NBA: 90 segnati in trasferta e 34 a referto per…

Giornata da ricordare per Tommi Bruno che va oltre quota 30 con una prestazione offensiva stellare

332
0
SHARE

E’ un’Impruneta inarrestabile quella sponda basket di inizio stagione: tre gare giocate, tre vittorie. Due in trasferta ed una alla Bombonera, da consolidare quale fortino inespugnabile domenica sera per il quarto giro di giostra. Intanto, come direbbe il vate Tranquillo…“altro tiro, altro giro, altro regalo”.
Domenica scorsa, DLF Firenze vs Impruneta è finita 84-90, punteggi da NBA.
Numeri da squadra che corre, produce possessi e non si vergogna a sparare dall’arco, anche in transizione. Ritmi alti, pressing forte. Chi ci sta dietro? Per ora nessuno!

Eppure l’incipit non è stato dei più rosei: i primi minuti sono di difficoltà, soprattutto offensiva, in mancanza di fluidità causata da una difesa locale fisica e sporca, capace di impedire ai bianco-verdi tiri ragionati e comodi. A 5 minuti dall’inizio del match, sul tabellino di Impruneta vi è riportata la miseria di 2 punticini, quanto (non) basta a mister Calamassi per chiamare il primo Time-Out di giornata e dare una sveglia sonora ai suoi. Il messaggio arriva: gli ospiti rientrano con un nuovo piglio, maggiormente concentrati in difesa, meno frenetici nella costruzione dell’attacco. Il gioco funziona e Impruneta rientra: il primo quarto dice 23-21 per il DLF Firenze.

La partita, da quanto si è potuto capire nei primi dieci minuti, sarà ad alto punteggio. Così è. Impruneta prova la carta del pressing alto, invano: il DLF si smarca con disinvoltura e giunge a canestro sin troppo facilmente. Gli ospiti fortunatamente reggono offensivamente e riescono ad andare negli spogliatoi sul 45-45…ci si aspetta un gran secondo tempo. Speranza che non si trasforma in illusione.
Grazie soprattutto a due nomi ben noti tra le fila bianco-verdi: Capitan Cocco e Tommi Bruno, che viaggia in questa alba stagionale ad una media di oltre venti punti a gara. Fate voi. Nel terzo quarto il duo imprunetino-doc domina in attacco con 19 e 15 punti ciascuno nella ripresa; gli ospiti restano aggrappati alla partita e grazie all’ispirato Pergola (25 a fine gara per lui), portano il risultato sul 65-64 alla fine del terzo quarto.Sul filo labile e temporaneo dell’equilibrio le due compagini scendono sul parquet per gli ultimi dieci minuti di gioco, quelli decisivi. Lo spettacolo c’è, garantito dagli attacchi, da un match giocato punto a punto e dai ritmi frenetici. La svolta arriva, a favore degli ospiti, dettata da una defezione: Pergola, top scorer dei locali, viene espulso per due falli antisportivi in pochi minuti. Senza il loro punto di riferimento offensivo il DLF perde fiducia al contrario di Impruneta, galvanizzata dall’assenza della sua nemesi di giornata. L’odore del sangue per un’Impruneta cannibale è fin troppo invitante, la preda è lì, solo da azzannare…con un parziale da +10 che mette tra le due compagini il vuoto non più colmabile.

La vittoria è di quelle esaltanti, proprio come questo inizio di stagione. Novanta punti in Promozione sono rari quanto preziosi,  roba dell’altro mondo…o d’oltre oceano, scegliete voi. Quattro giocatori in doppia cifra, ventello tondo per capitan Cocco e, addirittura, 34 punti a referto per “bomber” Bruno. Impruneta c’è…eccome!

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY