ASD Grassina: il nuovo presidente è Paolo Casini, memoria storica dello sport...

ASD Grassina: il nuovo presidente è Paolo Casini, memoria storica dello sport grassinese legato al calcio

866
0
SHARE
Alla vigilia del match che può consegnare il Grassina Calcio alla storia e, per la stagione 2019/20 alla serie D, i colori rosso-verdi vedono un importante cambio societario dettato dalla necessità. Nell’ultima assemblea dei soci dell’ASD Grassina sono stati trattati i temi caldissimi che riguardano la società ripolese: volontà di creare un nuovo stadio nella struttura storica di fianco alla Casa del Popolo, rapporti con la Belmonte, assetto dirigenziale.
A causa dei provvedimenti disciplinari che hanno coinvolto Tommaso Zepponi e Massimo Colucci, squalificati in seguito all’inchiesta sul campionato di Eccellenza svoltasi anno scorso ed in attesa del giudizio del Collegio di Garanzia del C.O.N.I., i due dirigenti hanno optato per le dimissioni. Vicissitudini forzate e formali che li vedrà rimanere chiaramente nell’orbita grassinese pur senza ruoli ufficiali. A subentrare come presidente dell’ASD Grassina, votato all’unanimità dall’Assemblea dei soci, sarà Paolo Casini, figura di riferimento per i colori rosso-verdi.
Paolo Casini è la memoria storica dello sport grassinese legato al calcio, tifoso appassionato ed attivista volontario per l’amore del rosso e del verde. A poche ore dall’appuntamento con la Storia un riconoscimento del genere lo ha commosso e ripagato di ogni sacrificio fatto negli anni per la sua squadra.
Dai Colli Fiorentini, conoscendo il suo attaccamento al territorio, lo intervistò per realizzare il video-documentario del Derby, perdendosi nelle digressioni coinvolgenti di Casini.
Nel corso dell’Assemblea, inoltre, è stata ribadita la volontà del Patron Tommaso Zepponi di realizzare un nuovo impianto sportivo all’avanguardia che riqualifichi la struttura di Via Bikila e doni a società e paese uno stadio proprio. Nel dettaglio, il progetto – un investimento totalmente privato – prevedrebbe l’allargamento del campo centrale da realizzare in manto sintetico, il rifacimento della tribuna già esistente con locali sottostanti da adibire a spogliatoio e sala per conferenze stampe, l’edificazione di nuovi spalti sul lato della porta all’ingresso del campo con ambienti sottostanti adibiti a palestra e centro fisioterapico. Oltre all’estensione del parcheggio. Nascerebbe un impianto adeguato agli standard di Serie D e Lega Pro: possibile, a patto che il Grassina Calcio riesca ad acquistare l’area dalla Casa del Popolo grassinese, attuale proprietaria.

Nell’ottica di uno stadio nuovo e modernizzato la volontà della società rosso-verde sarebbe quella di far rinascere anche un settore giovanile da affiancare alle già presenti rose di Juniores e Prima Squadra.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY