Allievi Provinciali: l’Antella sfiora l’impresa, Renzi salva il Bagno a Ripoli!

Allievi Provinciali: l’Antella sfiora l’impresa, Renzi salva il Bagno a Ripoli!

2185
4
SHARE

ALLIEVI PROVINCILI
ANTELLA 99 vs BAGNO A RIPOLI 2-2
FORMAZIONI

ANTELLA 99

1 Canocchi
2 Panebarco
3 Scarnati
4 Nuti
5 Burrini
6 Ferroni
7 Bassi
8 Ragusa
9 Alari
10 D’Aquino
11 Salvadori

A disp.: Stellini, Trambusti, Gonnelli, Pieraccini, Petruzzi.
All.: Mr. Nuti

BAGNO A RIPOLI

1 De Nuzzo
2 Fabbri
3 Cardini
4 Fabbrini
5 Occhiuzzi
6 Brovelli
7 Renzi
8 Sollima
9 Andreoni
10 Piccini
11 masselli

A disp.: Papi, Cortigiani, Oliva, Valoriani, Bastianelli, Padula, Bazzoni
All.: Renzi.

 

Un derby, atipico, ma pur sempre un derby. Più che stracittadina, una infracomunale. Sentita, giocata “alla morte”.
Antella 99 e Bagno a Ripoli si sfidano sul campo antellese, bagnato dai fanghi delle ultime piogge, in un terreno insidioso per tecnicismi o deboli di cuore; osservando nel pre-gara la classifica – “vizio” giornalistico – la partita è scritta, già decisa, a senso unico: Bagno a Ripoli terzo in classifica, in lotta per i piani alti e reduce da un match di andata dal risultato tennistico; bianco-celesti quartultimi in graduatoria, decimati da alcune importanti assenze.
Si gioca lo stesso? E certo!
L’Antella, cuore oltre l’ostacolo, in un momento della stagione di presa di consapevolezza e risultati positivi conquistati, dopo il pareggio-beffa di settimana scorsa (2-2), inizia come meglio non si può: neanche il tempo di sedersi in tribuna che D’Aquino, onorando il numero di maglia dei fantasisti, insacca con una punizione destra al giro.
E’ il minuto 7: De Nuzzo battuto, 1-0 per i ragazzi di Mr. Nuti.
Il Bagno a Ripoli accusa la partenza shock e fatica ad entrare in gara, l’Antella, allora, ne approfitta: Salvadori, tra i migliori dei suoi nell’arco dei 90 minuti, tenta l’innesco per Bassi, sulla traiettoria c’è Fabbrini che però svirgola in scivolata, il pallone passa, Bassi lo controlla, salta Brovelli con un tocco a rientrare, tiro di destro…parato!
Non è finita, il rimpallo favorisce ancora Bassi che, stavolta a porta sguarnita, infila con un rasoterra chirurgico.
E’ il 2-0, De Nuzzo di nuovo affondato su svista evidente della retroguardia giallo-blu…e siamo soltanto al 15° minuto.

Goleada? No…ma l’impresa, per l’Antella, è possibile.
Il Bagno a Ripoli, senza più niente da perdere, abbandona definitivamente le remore iniziali e comincia a giocare; l’Antella si compatta in fase difensiva scegliendo la via del contropiede per chiuderla definitivamente. E’ Bassi, ancora, a tentare l’eurogol, proprio in fase di ripartenza, con un tiro al volo che sfiora la traversa. Il match appare in salde mani quando...minuto 23: un’azione confusa degli ospiti sembra condurre a poco, la difesa è schierata, il pallone rimbalza al limite dell’area antellese, Renzi si catapulta sul pallone, controlla di destro e batte di sinistro in un nanosecondo.
Fiato sospeso all’Antella Stadium, il pallone, colpito leggermente d’esterno, assume un traiettoria-trappola per Canocchi che, pur in massima estensione, non ci arriva: palo-gol, 2-1. Improvvisamente il match è riaperto.
Il pareggio è nell’aria ma è il portierone di casa, pochi istanti dopo, a serrare il bandone: punizione di Andreoni da metà campo, la sfera giunge sul sinistro di Renzi, cross nel mezzo per l’accorrente Piccini che batte a colpo sicuro: Canocchi non si scompone e, di riflesso, devia in angolo. Miracolo e momentaneo vantaggio salvato.
Si va di là: Alari si invola sulla fascia, velocissimo, entra in area ma, al momento del doveroso passaggio nel mezzo, prova l’effetto-sorpresa con puntata da calcetto verso la porta. Fuori. Si va negli spogliatoi.

La ripresa è giocata sul filo dell’emotività e del nervosismo: il Bagno a Ripoli alla ricerca disperata del pareggio, l’Antella nella speranza di condurre in porto una giornata dalle tinte eroiche. La stanchezza, tuttavia, diviene un fattore ed i bianco-celesti, a differenza della prima frazione di gioco, faticano nel garantire ossigeno ad una difesa sotto pressione. Mr. Nuti, poi, deve inventare cambi pescando da una panchina cortissima: esce Alari, entra Petruzzi…difensore schierato occasionalmente punta centrale. Esce Bassi, entra Stellini…portiere di ruolo, attaccante per un giorno.
Prima, tuttavia, la muraglia antellese crolla sotto i colpi ripolesi: siamo al 63°, la difesa di casa è in uscita, dunque mal schierata, la seconda palla tuttavia è controllata dal Bagno e giocata a scavalcare la retroguardia. Canocchi e Ferroni leggono male la traiettoria, restando indecisi sul da farsi; l’esitazione è fatale: Renzi, ancora lui, uomo partita DCFnews, si materializza dal niente e con un raffinato tocco mancino scavalca il n.1 avversario. Delirio, è il 2-2.
L’aire della gara è tutto giallo-blu ma l’Antella, dimostrando una forza di nervi sorprendente, non si sfalda ed anzi…è lei a fallire clamorosamente il gol della vittoria, a due minuti dal termine. Vi raccontiamo l’azione: Cardini, in possesso palla sulla fascia sinistra, tenta la verticalizzazione al suo attaccante ma Burrini, centrale difensivo, si esibisce in un anticipo da antologia ed esce palla al piede; uno-due sporcato da un avversario ma riuscito e palla in verticale a D’Aquino, ancora in forze per affrontare la discesa. Il n. 10 entra in area e di esterno destro mette in mezzo una palla al bacio, Burrini, che aveva seguito l’azione sfiora soltanto ma dietro di lui c’è Stellini, solissismo. Stop e puntata destra da tre metri dal bersaglio grosso…ma con un’uscita a valanga De Nuzzo diventa il salvatore della patria ripolese.
Finisce qui, 2-2, in un pirotecnico pareggio che non ha deluso calciatori e spettatori.

 

Il 2-0 di Bassi, per l’Antella

 

Il 2-1 di Renzi, per il Bagno a Ripoli

 

Canocchi salva il 2-2 nel primo tempo

 

Stellini fallisce il 3-2 bianco-celeste

 

 

(Clicca sulle immagini per vederle nelle dimensioni originali)

 

 

4 COMMENTS

LEAVE A REPLY