SHARE

Dopo venticinque giornate, a un mese dalla fine del campionato di Seconda Categoria, la Belmonte ha comunicato di aver sollevato dall’incarico di allenatore Danilo Bernacchioni. Fortemente voluto a inizio stagione dal neo direttore sportivo Paolo Della Scala, Bernacchioni – allenatore di carattere e con varie esperienze tra cui San Polo e Isolotto (dove già aveva collaborato con Della Scala) era il simbolo di una rivoluzione societaria che in estate aveva portato mister Filippo Bugli, principale artefice della promozione dalla Terza Categoria, sulla panchina degli Juniores Provinciali, attualmente terzi a soli due lunghezze dalla capolista Resco Reggello.

La sofferta decisione è arrivata a seguito del bruciante 0-1 interno contro l’Albereta, la goccia che ha fatto traboccare il vaso allungando a tre le sconfitte consecutive. Bernacchioni saluta la Belmonte in nona posizione, con 37 punti frutto di undici vittorie, dieci sconfitte e quattro pareggi, un bottino comunque positivo per una squadra alla prima esperienza in categoria. Un cammino altalenante che ha visto nelle ultime settimane allontanarsi la zona play off attualmente distante sei lunghezze ma comunque non irraggiungibile.

Scoperte le carte e dichiarato apertamente che il piazzamento playoff è l’obiettivo stagionale, la società per il momento ha deciso di affidarsi ad una soluzione interna, Sauro Bini allenatore degli Allievi, accompagnato dal preparatore Mariottini. Mister Bini non abbandona il timone degli Allievi, decimi nel campionato Regionale ma, contemporaneamente, si metterà alla prova tra i “grandi”, in un girone combattuto dove tutto può ancora accadere. In panchina per il momento con l’etichetta di “traghettatore”, Sauro Bini farà il suo esordio contro il fanalino di coda Sales e dovrà rigenerare una squadra dalle incommensurabili potenzialità al fine di guadagnarsi una eventuale conferma per la prossima stagione.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY