Eccellenza, il tifo rossoverde chiama a raccolta il paese per Grassina-Fortis Juventus

Eccellenza, il tifo rossoverde chiama a raccolta il paese per Grassina-Fortis Juventus

992
0
CONDIVIDI

Sarà un ultima giornata di Eccellenza incandescente sia in testa che in coda. Se titolo (Aglianese) e retrocessione diretta (Jolly Montemurlo) sono già stati assegnati, infatti, sono ancora da definire le griglie di playoff e playout, sempre in attesa di eventuali provvedimenti della giustizia sportiva per quanto riguarda le combine, anche se sembra prospettarsi una lunga fase di stallo (LEGGI QUI GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI).

Tornando alle questioni di campo, uno dei match più attesi e decisivi sarà indubbiamente quello che vedrà sfidarsi alPazzagli’ di Ponte a Niccheri il Grassina e la Fortis Juventus. Una vittoria interna permetterebbe alla squadra di mister Innocenti di guadagnare almeno una posizione ai danni proprio dei ragazzi di Borgo San Lorenzo. Molto poi dipenderà anche dai risultati di Sestese, impegnata sul campo di un Valdarno ancora in lotta per restare nel margine della ‘forbice’ (i 10 punti di distacco dalla seconda posizione che, da quest’anno, permetterebbe il raggiungimento dei playoff anche della squadra al settimo posto e il conseguente passaggio diretto della seconda e della terza alle semifinali playoff), e della Sinalunghese che affronterà la trasferta del ‘Buozzi’ alle Due Strade contro il Porta Romana, secondo della classe.

L’appello dei tifosi rossoverdi appeso alla bacheca del Grassina all’interno della Casa del Popolo

Per questo il gruppo organizzato del tifo rossoverde ha cercato di chiamare a raccolta il paese per sostenere la squadra esponendo uno striscione appeso di fronte a Piazza Umberto I e con numerosi volantini distribuiti tra i bar e la Casa del Popolo come si può vedere dalle foto realizzate dalla nostra redazione. Questo anche perché le possibili penalizzazioni relative alle questioni sopracitate, potrebbero ribaltare la classifica rendendo ancor più importanti le posizioni finali in caso di slittamenti.

Una spinta in più, dunque, per una squadra che si gioca una fetta importante dell’obiettivo stagionale prefissato a inizio campionato e, come sottolineano gli stessi supporter grassinesi nel loro volantino, per continuare a cullare un sogno chiamato Serie D. Saranno 90 minuti finali incandescenti, in campo e sugli spalti… quanto meno su quelli del ‘Pazzagli’.